Newsletter

Redazione

Siti archeologici e musei accolgono quotidianamente un gran numero di visitatori e questo crea complesse problematiche rispetto alla gestione dei rifiuti. Criticità che il CONAI - Consorzio Nazionale Imballaggi ha deciso di affrontare strutturando una collana di linee guida per la raccolta differenziata nei siti UNESCO italiani. Il consorzio con sede a Milano, che da oltre 25 anni lavora per il riciclo e la valorizzazione dei materiali di imballaggio, ha portato avanti un lavoro che parte dall’analisi dei fabbisogni di ciascun sito e arriva alla strutturazione del progetto definitivo, passando per la formazione del personale e l’elaborazione della campagna di comunicazione. Il progetto coinvolge realtà di grande rilievo internazionale come gli Scavi Archeologici di Pompei e la Reggia di Caserta. Tra le soluzioni individuate ci sono l’impiego di automezzi per la raccolta a basso impatto ambientale, l’ottimizzazione logistica dei servizi di ritiro e pulizia, la condivisione di indicazioni sulla raccolta differenziata attraverso QR code e lo studio di prassi specifiche per i periodi di massima affluenza. Il CONAI ha previsto un sistema di monitoraggio che riguarda analisi merceologiche sui rifiuti raccolti, la pesatura e la customer satisfaction rispetto alle informazioni fornite.

Instagram
condividi su

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti