Newsletter

Parco Nazionale dei Monti Sibillini

Sono le Marche più vicine al cielo. Ogni traccia di transumanza spirituale indica una via, tra l’ascesi mondana e la discesa agli inferi. E’ la trasfigurazione del Paesaggio. La contemplazione della Natura dalla civiltà nei monti azzurri di Leopardi i cui manoscritti sono custoditi a Visso; le profezie dell’oracolo nella leggenda archetipica della Sibilla, meravigliosa creatura di estasi e perdizione; il mistero delle acque rosse nel lago di Pilato, una storia sospesa tra la mitologia del corpo del Console scaraventato da un carro di bufali impazziti e il Chirocefalo del Marchesoni, vera e propria reliquia presente solo in Tibet.
Le componenti naturalistiche dei Sibillini sono da secoli la metafora delle insondabili vette dello spirito, una magica pozione dove il mood dei luoghi accoglie i viaggiatori con nomi misteriosi, sempre i n bilico tra sacro e profano. Il monte Redentore, le vie celesti delle abbazie di Sant’Eutizio e San Lorenzo in Vallegrascia, i Prati di Ragnolo, il monte Vettore, il Santuario di Macereto, le Gole dell’Infernaccio, la Val di Panico e il Pian Perduto, le carbonaie di Cessapalombo e la piana di Castelluccio. Un rosario infinito di natura e spiritualità si dispiega sui 70 mila ettari del Parco, tra Umbria e Marche. Terra di pellegrinaggi, quello per Roma fatto di umani riconoscimenti e di devozione, quello della mitica commovente transumanza degli animali. Gli attraversamenti di asceti monaci ed eremiti, e le leggende profane conosciute sin dal Medio Evo in tutta Europa sono ancora oggi l’identità forte, un patrimonio inestimabile di sviluppo sostenibile che poggia profondo e leggero sui 19 comuni del Parco, istituito nel 1993 e oggi presieduto da Massimo Marcaccio. Un orologio biologico tra uomo e natura fatto di dolcezze e asperità, di cime e declivi: un ascensore del cuore e della mente che si consola con una gastronomia fatta di autentiche rarità. Come non sentire in questi luoghi, nel vento e nelle pietre, nei fiori di lenticchia e nelle acque gelide dei torrenti quella forza di gravità, quelle energie stratificate, quella sospensione atemporale e mitica?

 

Parco Nazionale dei Monti Sibillini
Piazza del Forno, 1
62039 Visso (MC)
Tel. 0737 972711
Fax 0737 972707
www.sibillini.net

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti