Newsletter

«Buone Notizie» domani in edicola

Due anni e mezzo fa, avevamo scelto Anna Fiscale con il suo «Progetto Quid» per la copertina di esordio di Buone Notizie. La giovane imprenditrice che a Verona ha avviato un'impresa sociale per trasformare «scarti» di tessuto in capi di moda dando lavoro a persone (soprattutto donne) in difficoltà, questa volta indossa una mascherina: una nuova linea produttiva che parte sempre dagli scarti e che ha evitato la chiusura. Ne parliamo nel nuovo numero dell'inserto che sarà in edicola domani, gratis, con il Corriere della Sera. «Progetto Quid» è una delle molte storie di aziende, imprese sociali e consorzi che negli ultimi due mesi si sono rimboccati le maniche e riconvertiti per essere in prima linea nell'emergenza sanitaria ed evitare di essere messi in ginocchio dalla crisi economica seguita a Covid. Fondazione Symbola con il Sacro Convento di Assisi le sta raccogliendo in un #Diariodibordo sul sito symbola.net. Protagoniste come Anna Fiscale di questa riconversione raccontata da Dario Di Vico sono aziende grandi, come il gruppo Armani, e piccole. Dalla Lamborghini, leader nel pensare auto lussuose che ora fa ricerca e studia i respiratori, alla task force di 32 imprese resilienti della bergamasca. Adriana Bazzi poi racconta la storia di coraggio di Margherita Lambertini, medico e mamma di una bimba malata di fibrosi cistica, che nell'emergenza Covid-19 si è trovata in prima linea in ospedale e a casa, dove è costretta all`autoisolamento per proteggere la figlia: il suo ritratto è l'immagine della campagna della Fondazione ricerca sulla fibrosi cistica di cui lei è volontaria. Infine, l'inchiesta della settimana dell'inserto, fa il punto sulle strategie possibili per la mobilità (in sharing) nelle grandi città alla ripresa e con la fase 2.

CONTINUA A LEGGERE
Anna e gli imprenditori che reagiscono al Covid riconvertendo l'azienda - Paola D'Amico | Corriere della Sera

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti