Newsletter

di Martina Barberis e Alessia Scaparra Seneca   

Attila Veress, nato in Transilvania, si è laureato allo IED a Milano. Ha aperto il suo studio nel 2015, lavorando per aziende nazionali e internazionali. È direttore creativo di Luce di Carrara.

Combina design di prodotto e strategia aziendale, lavorando come progettista o come consulente per aziende molto diverse per settore e dimensione. Il suo approccio mira a costruire le linee guida di sviluppo del brand attraverso il design del prodotto. Ha maturato questa attitudine strategica collaborando con Cassina, 3M, Guzzini, San Pellegrino. Nel 2012 la sua tesi di laurea è stata selezionata dall’ADI Design Index, e nel 2013 ha vinto il BMW Creative Lab, premio che individua i giovani talenti italiani e stranieri che studiano in Italia.

 

scelti per te

ISCRIZIONE

Sei interessato ai temi della sostenibilità, innovazione e cultura? Iscriviti al sito di Fondazione Symbola e scopri i vantaggi. Potresti avere accesso a risorse esclusive quali rapporti, studi e documenti che Symbola pubblica periodicamente su argomenti legati alla qualità e alle eccellenze italiane. Inoltre, potresti avere la possibilità di entrare in contatto con una comunità di professionisti, aziende, enti e istituzioni che condividono valori e obiettivi legati alla sostenibilità e all’innovazione.


Non perderti la newsletter della Fondazione per ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi, come rapporti, articoli di approfondimento e interviste con esperti, direttamente nella tua casella di posta. Resta informato sugli eventi e le conferenze organizzate da Symbola in collaborazione con altre organizzazioni, istituzioni e aziende. Uno strumento prezioso per mantenersi informati e connessi su un modello di sviluppo sostenibile e di qualità.


Aderisci al Manifesto di Assisi per essere parte di un movimento significativo che lavora per un futuro più sostenibile e responsabile, contribuendo attivamente al benessere sociale, economico e ambientale. Una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro.

Devi accedere per poter salvare i contenuti