Newsletter

ROMA\ aise\ - È in programma per oggi, 27 maggio, il quarto tavolo di dialogo virtuale del Foro permanente su economia circolare e città verdi, per l’interscambio di idee ed esperienze tra Italia e America Latina organizzato dall’IILA - Organizzazione Internazionale Italo–Latino Americana in collaborazione con la Fondazione Symbola. L’evento si svolgerà in italiano e in spagnolo alle 16.30 italiane, le 11.30 di Buenos Aires, le 10.30 di Caracas, le 9.30 di Bogotá e le 8.30 di San José. Tema centrale del dibattito: la gestione dei rifiuti solidi e l'importanza dei sistemi di raccolta differenziata per promuovere il riutilizzo dei rifiuti. (aise) 

SCARICA ARTICOLO COMPLETO
Economia circolare e città verdi: oggi il 4° tavolo virtuale di IILA e Symbola | Aise

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Sei interessato ai temi della sostenibilità, innovazione e cultura? Iscriviti al sito di Fondazione Symbola e scopri i vantaggi. Potresti avere accesso a risorse esclusive quali rapporti, studi e documenti che Symbola pubblica periodicamente su argomenti legati alla qualità e alle eccellenze italiane. Inoltre, potresti avere la possibilità di entrare in contatto con una comunità di professionisti, aziende, enti e istituzioni che condividono valori e obiettivi legati alla sostenibilità e all’innovazione.


Non perderti la newsletter della Fondazione per ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi, come rapporti, articoli di approfondimento e interviste con esperti, direttamente nella tua casella di posta. Resta informato sugli eventi e le conferenze organizzate da Symbola in collaborazione con altre organizzazioni, istituzioni e aziende. Uno strumento prezioso per mantenersi informati e connessi su un modello di sviluppo sostenibile e di qualità.


Aderisci al Manifesto di Assisi per essere parte di un movimento significativo che lavora per un futuro più sostenibile e responsabile, contribuendo attivamente al benessere sociale, economico e ambientale. Una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro.

Devi accedere per poter salvare i contenuti