Newsletter

Il primo operatore privato nel mercato dell'energia presenta l'annual report 2011, realizzato con l'obiettivo di offrire a tutti gli stakeholder informazioni trasparenti sulle performance economiche e socio-ambientali della società.

Con un forte richiamo alla campagna di comunicazione "Sorgenia scrive una nuova storia dell'energia" che ha segnato l'ingresso della società nel mercato residenziale, è stato pubblicato in questi giorni l'annual report riferito alle attività 2011. L’edizione 2011 integra in un unico documento i risultati economico-finanziari e le prestazioni socio-ambientali, secondo le linee guida per la rendicontazione di sostenibilità del Global Reporting Initiative (GRI), proseguendo il percorso iniziato nel 2010. L'impegno è arrivare a interpretare in modo profondo e originale gli standard di rendicontazione integrata che si stanno definendo a livello europeo e internazionale, come il Discussion Paper dell'International integrated reporting committee, per offrire un quadro più completo ed efficace possibile della catena del valore aziendale.

Grande attenzione è stata riservata all'elaborazione grafica del volume, in modo da agevolare la consultazione del rapporto e la lettura trasversale delle diverse sezioni che lo compongono. Accanto alla relazione del Consiglio di amministrazione sull’andamento della gestione, condotta secondo i principi contabili internazionali e sottoposta alla revisione di una società esterna, si inserisce la relazione sul valore generato, con una sintesi del valore distribuito e la dettagliata descrizione delle politiche di Sorgenia nei confronti dei diversi stakeholder, corredata dai principali indicatori sintetici per ogni ambito di attività.
Il report è stato sottoposto anche a verifica del livello di applicazione GRI, con una dichiarazione rilasciata dallo stesso organismo internazionale.

Fra i dati evidenziati dal documento, quelli riguardanti i parametri ambientali sono indubbiamente alcuni dei più significativi. Nel 2011 le emissioni di CO2 delle centrali a ciclo combinato di Sorgenia hanno registrato valori inferiori del 30,8% rispetto alla media nazionale da termoelettrico. Il ricorso alle migliori tecnologie disponibili e i costanti interventi per migliorare ulteriormente le performance ambientali degli impianti già in funzione hanno infatti portato a emissioni specifiche di anidride carbonica in atmosfera per le centrali a ciclo combinato di 386 g per kWh prodotto (contro i 557 g per kWh prodotto del parco termoelettrico nazionale). La generazione del gruppo Sorgenia nel suo complesso, comprese le emissioni evitate dalla produzione da fonti rinnovabili, nel 2011 si è attestata su un valore di CO2 specifica di 360 g per kWh*.

L'efficienza si conferma elemento distintivo anche della strategia commerciale di Sorgenia che nel 2011 ha consentito il risparmio di 20 milioni di kWh, grazie all’utilizzo dei prodotti della linea Consumo Intelligente per l’eliminazione degli sprechi domestici distribuiti negli ultimi tre anni e al risparmio energetico nell’illuminazione esterna derivante dalle attività di Sorgenia Menowatt.

L’Annual Report 2011 è consultabile direttamente online all’indirizzo www.sorgenia.it/annualreport.

* Il calcolo delle emissioni di CO2 evitate è stato effettuato tramite un coefficiente di emissione specifica pari a 431 g di CO2 per kWh prodotto netto. Il coefficiente è stato elaborato a partire dal più recente dato ufficialeTerna sulla produzione lorda globale del parco elettrico nazionale, pubblicato nel 2011 e relativo al 2009 (414 g di CO2 per kWh prodotto lordo) e ricondotto alla produzione netta (431 g di CO2 per kWh prodotto) attraverso la moltiplicazione con il rapporto "produzione lorda/produzione netta" (292.641,7 GWh / 281.107,3 GWh).

 

scelti per te

Il 93% delle produzioni tipiche nazionali che si consumano nasce nei comuni italiani con meno di cinquemila abitanti, un patrimonio di gusto e biodiversità che fa da traino anche al turismo, con 2 italiani su 3 (65%) tra coloro che andranno in vacanza che visiteranno un borgo nell’estate 2024, secondo Ixe’. È quanto emerge dallo studio Coldiretti/Symbola su “Piccoli comuni e tipicità”. Il rapporto vuole raccontare un patrimonio enogastronomico del Paese custodito fuori dai tradizionali circuiti turistici, valorizzato e promosso grazie alla legge n.158/17, a prima firma Realacci, con misure per la valorizzazione dei Piccoli Comuni.

Il rapporto analizza e racconta i fattori più significativi della competitività del nostro Paese, con particolare attenzione verso gli aspetti che non vengono colti dagli indicatori economici più diffusi, sottolineando l’importanza della collaborazione per le imprese. La coesione migliora il legame e il radicamento nelle comunità e nei territori, accresce il senso di appartenenza e soddisfazione di vita dei dipendenti, il coinvolgimento e il dialogo con i clienti.

“Acqua futura” è il titolo dell’appuntamento promosso in collaborazione con Gruppo Tea all’interno del Seminario di Mantova di Fondazione Symbola e durante il quale è stato conferito un riconoscimento all’impegno civile sull’acqua alla Cooperativa C.A.B.Ter.Ra per essersi offerta, durante l’alluvione in Romagna nel 2023, di far allagare centinaia di ettari dei suoi terreni per salvare Ravenna, la sua comunità, i suoi mosaici. Uno straordinario esempio di solidarietà e senso civico, di impegno e sacrificio per il bene del proprio territorio, martoriato da una calamità naturale. All’interno del dibattito, al quale hanno partecipato i “Nobel” dell’Italia Riccardo Valentini, Past – President SISC e Andrea Rinaldo, Ordinario di Costruzioni idrauliche all’Università di Padova, si è evidenziato che l’acqua è una risorsa limitata e a questo si aggiungono gli effetti della crisi climatica, che agiscono direttamente sul ciclo idrologico e sulla disponibilità di risorsa idrica.

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Sei interessato ai temi della sostenibilità, innovazione e cultura? Iscriviti al sito di Fondazione Symbola e scopri i vantaggi. Potresti avere accesso a risorse esclusive quali rapporti, studi e documenti che Symbola pubblica periodicamente su argomenti legati alla qualità e alle eccellenze italiane. Inoltre, potresti avere la possibilità di entrare in contatto con una comunità di professionisti, aziende, enti e istituzioni che condividono valori e obiettivi legati alla sostenibilità e all’innovazione.


Non perderti la newsletter della Fondazione per ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi, come rapporti, articoli di approfondimento e interviste con esperti, direttamente nella tua casella di posta. Resta informato sugli eventi e le conferenze organizzate da Symbola in collaborazione con altre organizzazioni, istituzioni e aziende. Uno strumento prezioso per mantenersi informati e connessi su un modello di sviluppo sostenibile e di qualità.


Aderisci al Manifesto di Assisi per essere parte di un movimento significativo che lavora per un futuro più sostenibile e responsabile, contribuendo attivamente al benessere sociale, economico e ambientale. Una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro.

Devi accedere per poter salvare i contenuti