Newsletter

III Edizione Premio Sterminata Bellezza: al via il bando ideato e promosso da Legambiente, Comieco, Symbola e Consiglio degli Architetti per valorizzare esperienze e idee che guardano al futuro del Paese, rigenerando e producendo bellezza nelle comunità e nei territori. Tema centrale di questa edizione le periferie delle città e dei piccoli comuni. Le domande devono essere inviate entro il 20 dicembre 2016

III Edizione Premio Sterminata Bellezza
al via il bando ideato e promosso da Legambiente, Comieco, Symbola e Consiglio degli Architetti
per valorizzare esperienze e idee che guardano
al futuro del Paese, rigenerando e producendo bellezza nelle comunità e nei territori

Tema centrale di questa edizione le periferie delle città e dei piccoli comuni
Le domande devono essere inviate entro il 20 dicembre 2016

Un premio pensato per valorizzare esperienze, idee e persone che guardano al futuro del Paese, capaci di rigenerare e produrre nuova bellezza nelle comunità e nei territori. È il Premio Sterminata Bellezza, ideato e promosso da Legambiente in collaborazione con Comieco, Symbola e il Consiglio Nazionale degli Architetti, che oggi apre i battenti della sua terza edizione con la pubblicazione del bando 2016/2017. Tema centrale di questa edizione sono le “periferie” delle grandi città e dei piccoli comuni. Lo scopo del bando è quello di raccontare e premiare le migliori esperienze messe in atto sul territorio che hanno dato vita a nuova bellezza nelle periferie italiane. C’è tempo fino al 20 dicembre 2016 per partecipare al bando, rivolto a Pubbliche Amministrazioni, Enti Pubblici (scuole, Camere di Commercio…), Fondazioni, imprese no profit, low profit, profit (imprese sociali, associazioni, comitati, fondazioni, organizzazioni di volontariato, società di persone, società di capitali, società cooperative, società consortili, organizzazioni non governative, associazioni di promozione sociale, Onlus) e cittadini italiani e stranieri, in forma singola o associata (team), che abbiano compiuto i 18 anni di età.

Il bando è articolato in tre sezioni: 1) la bellezza dei gesti che valorizza esperienze ed idee di solidarietà sociale, di impegno civico e di promozione culturale finalizzate al miglioramento della qualità della convivenza, della coesione territoriale e di stili di vita rispettosi dell’ambiente; 2) la bellezza dei luoghi, che mette al centro esperienze ed idee di riqualificazione e riuso dei territori degradati, di custodia e cura dei luoghi, di miglioramento estetico ed ambientale degli spazi urbani ed extraurbani e degli spazi pubblici che hanno particolari finalità sociali; 3) la bellezza degli oggetti, che valorizza le produzioni e le idee legate ad oggetti specifici o servizi innovativi che nascono da una creatività individuale o collettiva e/o dalla capacità di utilizzare saperi tradizionali per rispondere a situazioni problematiche e a bisogni diffusi.

La valutazione dei casi e delle idee presentati sarà svolta dal Comitato scientifico del premio composto dai rappresentanti delle organizzazioni promotrici: Rossella Muroni, Presidente Nazionale Legambiente, Giuseppe Cappochin, Presidente dell’Ordine Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Ermete Realacci, Presidente Fondazione Symbola, Carlo Montalbetti, Direttore Generale Comieco. La valutazione dei casi e delle idee in concorso avverrà in base ai criteri ispirati dalle Linee guida della proposta di legge per la bellezza, formulata da Legambiente. La premiazione, prevista a febbraio 2017, si concluderà con la premiazione dei vincitori per ciascuna sessione. I vincitori del premio verrà concesso l’uso del logo del premio e la promozione del loro caso/idea all’interno delle iniziative e attraverso i mezzi di comunicazione dei soggetti promotori del premio.

La partecipazione è gratuita e i materiali dovranno pervenire entro il 20 dicembre 2016.
Per partecipare al bando è necessario compilare e inviare la scheda online, entro e non oltre il 20 dicembre 2016.

Scarica il bando integrale

Informazioni:
Tel: 06 86268350
[email protected]

Instagram
condividi su

scelti per te

Il rapporto “Il valore dell'abitare. La sfida della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio italiano” promosso da CRESME, Fondazione Symbola, Assimpredil Ance e European Climate Foundation è stato presentato oggi da Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola; Regina De Albertis, presidente Assimpredil Ance; Lorenzo Bellicini, direttore CRESME; Virginio Trivella, consigliere Delegato Efficienza energetica Assimpredil Ance; Piero Petrucco, vice presidente FIEC e vicepresidente Centro Studi ANCE; Fabio Stevanato, direttore Programma Italia European Climate Foundation; Marco Osnato, presidente Commissione Finanze; Patrizia Toia, vicepresidente ITRE commissione per l’industria, la ricerca e l’energia; Roberta Toffanin, consulente del Ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica.

L’Italia può dare un contributo importante contro la crisi climatica in tanti settori in cui è già protagonista, a partire dall’economia circolare. Siamo il Paese europeo con la più alta percentuale di riciclo sulla totalità dei rifiuti pari al 83,4% con una incidenza quasi il doppio rispetto alla media UE e ben superiore a tutti gli altri grandi paesi europei: risparmiamo così 23 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio all’anno e circa 63 milioni di tonnellate di CO₂ equivalenti.

Il rapporto “I Talenti della Lombardia” promosso da Fondazione Symbola e da PoliS – Lombardia è stato presentato oggi presso la Sala Consiliare della Camera di Commercio di Brescia da Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola; Roberto Saccone, presidente della Camera di Commercio di Brescia; Raffaello Vignali, direttore scientifico PoliS – Lombardia; Domenico Sturabotti, direttore Fondazione Symbola. I lavori sono stati conclusi da Guido Guidesi, Assessore allo Sviluppo Economico Regione Lombardia. Ha moderato la conferenza stampa Elena Verdolini, professore ordinario di Economia Politica UNIBS.

È stato presentato oggi, alla fiera di Rimini, in occasione di KEY – The Energy Transition Expo, l’evento di IEG (Italian Exhibition Group) sulla transizione energetica, il rapporto Filiere del Futuro. Geografia produttiva delle rinnovabili in Italia, promosso e realizzato da Fondazione Symbola e Italian Exhibition Group, in collaborazione con le principali associazioni di categoria del comparto. Il rapporto ricostruisce le caratteristiche, la distribuzione territoriale e settoriale delle imprese della filiera delle energie rinnovabili ed è stato anticipato, in parte, in una rubrica sul sito www.symbola.net che raccoglie 10 punti di vista di personalità appartenenti al mondo dell’impresa, dell’economia e della ricerca come Francesco Starace, chairman SEforALL chairman SBTi; Agostino Re Rebaudengo, presidente Elettricità Futura; Edoardo Garrone, presidente ERG; Giuseppe Argirò, Amministratore delegato di Cva; Nicola Armaroli, dirigente di ricerca CNR; Silvia Bodoardo, professoressa del Politecnico di Torino; Ernesto Ciorra, Dream Builder; Giorgio Graditi, direttore Generale ENEA; Carlo Ratti, architetto e professore MIT; Giovanni Battista Zorzoli, esperto di energia.

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti