Newsletter

Il vero problema è che non si è mai attuato il piano Bondi, primo commissario dell'ex Ilva, che puntava a una reale riconversione dell'industria con il passaggio al metano e il superamento del carbone».

Ermete Realacci, presidente onorario di Legambiente, intravede nella riconversione in chiave ecologista l'unica soluzione al problema della più grande acciaieria d'Europa. Perché si è perso tempo prezioso sprecando l'occasione di una riconversione? «Purtroppo si è partiti da un handicap culturale delle vecchie generazioni: più di mezzo secolo non c'era l'attitudine a prendere in considerazione il rispetto dell'ambiente e dei lavoratori. Basti pensare al piano regolatore di Venezia, del 1962, che stabiliva come a Marghera dovessero nascere imprese che producono veleni nocivi alle persone e all'ambiente. A Taranto non c'è un documento scritto come questo, ma la pratica è la stessa di quella di Marghera. È arrivato il momento di spezzare la catena». Qual è stato l'anello debole della catena? «L'ex Ilva paga le logiche sbagliate di ciò che era prima, ossia l'Italsider, ma in verità anche il passaggio della famiglia Riva non ha portato nulla di buono sul fronte dell'impatto ambientale. L'unica alternativa è il metano, o un forno elettrico».

CONTINUA A LEGGERE
Intervista a Ermete Realacci: "La fabbrica non può chiudere. Ora la riconversione al metano" | La Stampa

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Sei interessato ai temi della sostenibilità, innovazione e cultura? Iscriviti al sito di Fondazione Symbola e scopri i vantaggi. Potresti avere accesso a risorse esclusive quali rapporti, studi e documenti che Symbola pubblica periodicamente su argomenti legati alla qualità e alle eccellenze italiane. Inoltre, potresti avere la possibilità di entrare in contatto con una comunità di professionisti, aziende, enti e istituzioni che condividono valori e obiettivi legati alla sostenibilità e all’innovazione.


Non perderti la newsletter della Fondazione per ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi, come rapporti, articoli di approfondimento e interviste con esperti, direttamente nella tua casella di posta. Resta informato sugli eventi e le conferenze organizzate da Symbola in collaborazione con altre organizzazioni, istituzioni e aziende. Uno strumento prezioso per mantenersi informati e connessi su un modello di sviluppo sostenibile e di qualità.


Aderisci al Manifesto di Assisi per essere parte di un movimento significativo che lavora per un futuro più sostenibile e responsabile, contribuendo attivamente al benessere sociale, economico e ambientale. Una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro.

Devi accedere per poter salvare i contenuti