Newsletter

Rapporto realizzato da Fondazione Symbola e Unioncamere. Il sindaco Alessandro Ghinelli: "Un risultato eccezionale" . "Io sono cultura", Arezzo al terzo posto dopo le gran di city AREZZO Ottime notizie per il sistema culturale aretino che arrivano dal XIII rapporto "Io Sono Cultura" realizzato da Fondazione Symbola e Unioncamere. La provincia di Arezzo si conferma sul podio più alto scalando ancora una posizione, al terzo posto dopo Milano e Roma per incidenza di ricchezza con il 7,9% e seconda per occupazione dopo Milano con 1'8,7%. Un risultato eccellente che, come ha commentato il sindaco Alessandro Ghinelli, "oltre a riconoscere l'impegno importante profuso nelle attività culturali intese nella loro accezione più ampia, conferma l'opportunità di una scelta strategica e di programma che in maniera particolare ha caratterizzato la città di Arezzo, riconoscendo la cultura come settore significativo per la crescita e lo sviluppo del territorio. Negli ultimi anni si è assistito ad una crescita continua del nostro sistema produttivo culturale: alla luce di questo risultato, più che mai Arezzo deve continuare a percorrere questa strada e ad investire nelle straordinarie potenzialità del proprio patrimonio artistico e culturale e nelle proprie capacità creative". Ma, come si evince dal Rapporto, è l'intero sistema produttivo culturale e creativo che torna ad avere un segno positivo. Complessivamente infatti in Italia dalla attività Pronomiche che producono beni e servizi culturali derivano 52,7 miliardi e un numero di occupati pari a circa 852mi1a (rispettivamente +7,2% e +3,3% rispetto al 2021), mentre le attività "creative driven" ovvero quelle che non producono beni o servizi strettamente culturali, ma che utilizzano la cultura come input per accrescere il valore simbolico dei prodotti generano la ricchezza più elevata degli ultimi tre anni (42,8 miliardi di euro, +6,4% nell'ultimo anno) e danno lavoro a 639mi1a occupati (+2,5% rispetto al 2021). Il sistema culturale e creativo del 2022 vale quindi in totale 95,5 miliardi di euro, pari al 5,6% del valore aggiunto italiano, offre lavoro a quasi un milione e mezzo di persone (il 5,8% dell'occupazione) e attiva complessivamente 271,9 miliardi di euro. In tutto, una filiera all'interno della quale operano 275.318 imprese, +1,8% nel 2022 rispetto all'anno precedente. Ancora un dato: nella classifica delle regioni con una maggiore capacità di creare ricchezza, la Toscana si posiziona al sesto posto dopo Lazio, Lombardia, Piemonte, Friuli-Venezia Giulia e Veneto.

SCARICA L’ARTICOLO IN PDF
"Io sono cultura " Arezzo al terzo posto dopo le grandi city | Corriere di Arezzo

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti