Newsletter

Con 3,2 milioni di lavoratori green, l'Italia è leader nell'economia circolare L'Emilia Romagna figura tra le prime quattro regioni per attivazioni di nuovi contratti Rispetto alla media nazionale, in regione si registra una crescita oltre l'intervallo vano le aree progettazione e sviluppo (incidenza 87%), logistica (81,7%) e marketing e comunicazione (79,2%). Guardando in maniera allargata alla richiesta di competenze green, nel 2022, su un totale di quasi 5,2 milioni di contratti, questa conoscenza è stata ritenuta necessaria nell'81,1% dei casi. Nelle prime quattro regioni per numero di attivazioni di green jobs (Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna e Lazio) è concentrato il 51,9% dei nuovi contratti. Rispetto al 2021, la crescita dei contratti green jobs è stata poco uniforme, accentuando le differenze regionali già esistenti. Rispetto alla media nazionale si registra una crescita oltre l'intervallo in Emilia-Romagna (+ 20,1%) e Marche (+ 19,1%), e inferiore all'intervallo in Abruzzo (+ 8,5%), Puglia (+ 7,3%), Trentino-Alto Adige (+ 6,6%), Basilicata (+ 6,3%), Liguria (+ 5,2%), Friuli Venezia Giulia (+3,2%), Molise (+ 1,6%) e Valle d'Aosta (unica a far registrare una contrazione, -1,3%). Numeri incoraggianti ma che testimoniano una diffusione ancora a macchia di leopardo sui differenti territori. La transizione ecologica è un fenomeno e una macrotendenza che crea occupazione e produce un saldo positivo in termini di ingresso di nuovi lavoratori sul mercato? Da anni i ricercatori cercano di dare una risposta a questa domanda, analizzando l'impatto dell'onda verde sul mondo del lavoro. L'ultima analisi è quella firmata dal rapporto GreenItaly 2023 di Fondazione Symbola e Unioncamere. Un documento che, numeri alla mano, pronuncia un "sì" forte a chiaro a questo quesito. In Italia ci sono 3,2 milioni di lavoratori green (green jobs), pari al 13,9% degli occupati. Le imprese italiane che negli ultimi cinque anni hanno investito sui green Jobs sono 510mila. Sono loro che contribuiscono, come recita il titolo del rapporto, a creare "un'economia a misura d'uomo contro le crisi". Il quadro complessivo ci posiziona come primi in classifica nell'economia circolare, con la più alta percentuale di avvio a riciclo sulla totalità dei rifiuti: 1'83,4%, 30 punti percentuali in più rispetto alla media europea, con una crescita storica nell'impiego di materia seconda nei settori industriali nel biennio 2020-2021. «Accelerare gli investimenti nella transizione verde e nelle energie rinnovabili aumenta la stabilità finanziaria, dà forza al Made in Italy, riduce i costi a medio termine per famiglie e imprese, rafforza la nostra indipendenza energetica ha spiegato il presidente della Fondazione, -. Siamo una superpotenza europea dell'economia circolare e questo ci rende più competitivi e capaci di futuro. Nel rapporto GreenItaly si legge un'Italia che va verso un'economia più a misura d'uomo, che punta sulla sostenibilità, sull'innovazione, sulle comunità e sui territori». Nel 2022 i contratti attivati per queste figure professionali sono stati pari a 1.816.120, il 35,1% dei contratti totali previsti nell'anno (circa 5,2 mln), con un incremento di 215.660 unità rispetto alla precedente rilevazione. Tra le aree aziendali più interessate sul totale delle attivazioni si tro66 Accelerare gli investimenti in questo campo aumenta la stabilità finanziaria, dà forza al Made in Italy, riduce i costi a medio termine e rafforza la nostra indipendenza energetica» La domanda di green jobs per area aziendale Domanda di green jobs per area aziendale Anno 2022 (valori %) Altre figure professionali Progettazione, ricerca e sviluppo à 28 2 ' % 11 Area direzione e servizi generali Area della logistica Marketing e comunicazione Aree tecniche ff ,95 .5 E '_ 7 a 11,7% 111, 3%2 . Area produzione beni/erogazione servizi Area vendita e assistenza clienti Area amministrativa Le competenze green sono richieste anche per profili dirigenziali. Ciò è indicativo della crescita di rilevanza del et, nelle organizzazioni aziendali: le imprese eco-investitrici che si prefiggono obiettivi green e intervengono In caso raggiungi mento degli stessi, vedono crescite dl fatturato decisamente superiori rispetto alle altre. Nel rapporto GreenItaly si legge un'Italia che va verso un'economia più a misura d'uomo, che punta sulla sostenibilità, sull'innovazione, sulle comunità e sui territori.

Instagram
condividi su
SCARICA L’ARTICOLO IN PDF
Lavoro e risparmio, Italia leader nel campo dell'economia circolare | Corriere Romagna

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti