Newsletter

Ancora prima che inizino gli Europei l’Italia è già campione continentale. Non di calcio ma di riciclo. Il Belpaese vanta infatti le migliori performance del Vecchio Continente nel riciclo dei rifiuti, un primato che, guardando i cassonetti dell’immondizia di molte città sembrerebbe impossibile. La raccolta differenziata funziona però molto bene, sia per l’efficienza delle imprese responsabili della raccolta e del riciclo, sia per l'accuratezza e la disciplina con cui i cittadini separano il vetro dalla carta e dalla plastica, nonché da tutti gli altri materiali per cui è disponibili un servizio di conferimento, come per esempio il legno. Gira inoltre a pieno regime la macchina del recupero degli scarti dell’industria e delle attività commerciali.

Ad aver messo le basi per questo eccellente sviluppo della filiera del riciclo è stato il decreto Ronchi (d.lgs. 22/97, successivamente d.lgs. 152/06) che, vent’anni fa, ha stabilito il quadro normativo per regolare questa attività economica, la cui importanza è destinata a crescere molto sotto la spinta che la Commissione Ue ha deciso di imprimere all’economia circolare.

A fare il confronto fra i risultati conseguiti dall’Italia e dal resto d’Europa ci ha pensato lo studio “L’economia circolare italiana per il Next Generation EU”, che la fondazione Symbola ha realizzato in collaborazione con il consorzio Comieco. In Italia la percentuale di riciclo sulla totalità dei rifiuti è pari al 79%, contro il 56% della Francia, il 50% del Regno Unito e il 43% della Germania. Non solo. L’Italia è anche uno dei pochi Paesi europei che dal 2010 al 2018 - nonostante un tasso di riciclo già elevato - ha comunque migliorato le sue prestazioni (+8,7%). Nel riciclo industriale delle cosiddette frazioni classiche (acciaio, alluminio, carta, vetro, plastica, legno, tessili) siamo il Paese europeo con la maggiore capacità di riciclo anche in valore assoluto, superiore persino alla Germania, che vanta un’economia decisamente più ampia.

SCARICA ARTICOLO COMPLETO
L’industria del riciclo italiana ha il primato in Europa | Marco Frojo | La Repubblica

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Sei interessato ai temi della sostenibilità, innovazione e cultura? Iscriviti al sito di Fondazione Symbola e scopri i vantaggi. Potresti avere accesso a risorse esclusive quali rapporti, studi e documenti che Symbola pubblica periodicamente su argomenti legati alla qualità e alle eccellenze italiane. Inoltre, potresti avere la possibilità di entrare in contatto con una comunità di professionisti, aziende, enti e istituzioni che condividono valori e obiettivi legati alla sostenibilità e all’innovazione.


Non perderti la newsletter della Fondazione per ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi, come rapporti, articoli di approfondimento e interviste con esperti, direttamente nella tua casella di posta. Resta informato sugli eventi e le conferenze organizzate da Symbola in collaborazione con altre organizzazioni, istituzioni e aziende. Uno strumento prezioso per mantenersi informati e connessi su un modello di sviluppo sostenibile e di qualità.


Aderisci al Manifesto di Assisi per essere parte di un movimento significativo che lavora per un futuro più sostenibile e responsabile, contribuendo attivamente al benessere sociale, economico e ambientale. Una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro.

Devi accedere per poter salvare i contenuti