Newsletter

Non esistono storie di Paesi, di realtà economiche o di persone che non abbiano conosciuto difficoltà. Ma a fare la differenza è proprio la volontà di chi non si dà per vinto, di chi accetta di mettersi sempre alla prova, di chi sa costruirsi il futuro.
È la realtà di un’Italia che sa inventare, lavorare e vincere quella che sarà presentata alla seconda edizione della Campionaria delle qualità italiane la manifestazione promossa da Fondazione Symbola e Fiera Milano, interamente dedicata alle eccellenze del nostro Paese, dall’artigianato all’industria, dall’architettura alle nuove tecnologie, dall’agroalimentare al patrimonio storico, culturale e ambientale del Paese. La manifestazione occuperà i padiglioni di fieramilanocity dal 7 al 10 maggio.
Ma cos’ è La Campionaria? E l’unica manifestazione interamente dedicata alle eccellenze imprenditoriali, istituzionali e associative del nostro Paese, in vista dell’Expo 2015. E’ un racconto “per campionature” che vuole offrire la piú completa rappresentazione delle qualità italiane: una foto di gruppo di quel made in Italy che, puntando sulla tradizione, l’innovazione, il territorio e la creatività, ha saputo affermarsi nel mondo. Artigianato, industria, architettura, design, moda, nuove tecnologie, eccellenze enogastronomiche, turismo, cultura e terzo settore: mondi diversi, tenuti assieme dal filo rosso della qualità, qui si incontrano e si conoscono. La Campionaria, attraverso la rappresentazione e il racconto, vuole diffondere le migliori pratiche imprenditoriali e disegnare i contorni di un sistema economico che esprime valori unici: stili di vita, identità, storia, conoscenza e ricerca, ma anche responsabilità verso i cittadini, i consumatori, l’ambiente e la società. Al centro di questo racconto non c’è solo il prodotto, ma anche i processi, le idee, le tecnologie da cui nascono manufatti e servizi di qualità.
Non si tratta di una sola storia, ma di tante storie che si fondono in un unico racconto a cui la Campionaria delle Qualità italiane darà voce: da idee innovative nate da laboratori di ricerca di piccole imprese, ad un artigianato capace di farsi arte e di divenire simbolo di made in Italy nel mondo alla concretezza del problema energetico, che offre lo spunto per nuove reti e nuove soluzioni eco-sostenibili. Come il sistema “off grid” di Cucinella Architects e Fabbrica del Sole, che permetterà la realizzazione di un quartiere autonomo per quanto riguarda l’energia, un’idea rivoluzionaria permessa dall’idrogeno e i pannelli fotovoltaici o la tecnologia del solare termodinamico, sviluppata da Angelantoni, e poi voluta dalla Siemens. Come pure CPOWER, la società spin-off dell'Università di Ferrara, che ha realizzato i primi due impianti fotovoltaici a concentrazione: con questa tipo di pannello, si riduce di circa 20 volte la quantità di silicio impiegato rendendo il processo piú economico. Protagoniste dell’eccellenze ecosostenibili anche la marchigiana FAAM che ha ideato un sistema di accumulo di energia ad alto risparmio energetico, e Umpi Elettonica, che illumina le piú grandi città del mondo consumando il 30 per cento di energia in meno.
Ma, alla Campionaria, saranno presenti la maggioranza dei settori che stanno puntando sull’ecostenibile, come quello navale, che è rappresentato da UCINA e quello del riciclo dei materiali con Sistemi 2000, che contribuirà a creare lo spazio di Symbola, con materiali interamente riciclati. Sistemi 2000 è l’inventore del supermercato ecosostenibile, interamente realizzato con materiale di recupero. Ma non solo espositori ci racconteranno la green economy, nel programma culturale della Campionaria sono infatti previsti: il convegno Energie made in Italy in collaborazione con Enel, che raccoglie le esperienze piú innovative nel campo e un altro convegno sui Nuovi Materiali per parlare del mondo dei tessuti dalla canapa all’ hi-tech che utilizza tecnologie italiane capaci di sfidare i grandi colossi mondiali .
Una ricca agenda di appuntamenti, promossi e curati dalla Fondazione Symbola, saranno l’occasione per approfondire i temi della qualità attraverso la conoscenza e l’esperienza dei suoi protagonisti. Particolare rilievo verrà dato agli incontri con gli imprenditori e le realtà istituzionali che racconteranno la loro storia e come la qualità è stata da loro interpretata e declinata. La Campionaria come segno di solidarietà e attenzione nei confronti delle popolazioni e del territorio abruzzesi, realizzerà una mostra dedicata al patrimonio storico-culturale de l’aquilano, duramente colpito dal terremoto.Grazie al Ministero di Beni Culturali, a Campionaria delle Qualità si potrà vedere una delle opere italiane piú conosciute nel mondo, il David di Donatello recentemente restaurato, che rimarrà a Fieramilanocity anche dopo La Campionaria, fino al 31 maggio, e sarà visitabile gratuitamente dalle 10.30 alle 19.30 durante La Campionaria e, successivamente, tutti i giorni dalle 10.00 alle 19.00, grazie alla collaborazione di Fondazione Fiera Milano e Fiera Milano Congressi.

“Un indiscusso fuoriclasse italiano testimonial della Campionaria delle qualità italiane. L’esposizione evento non poteva avere un padrino di maggior prestigio, che il David di Donatello. La meravigliosa opera farà parte della “foto di gruppo” dell’Italia che ce la fa, insieme a quelle tante realtà capaci di competere nel mondo a partire dai propri valori e dal proprio saper fare”, lo afferma Ermete Realacci, Presidente di Symbola, Fondazione per le Qualità italiane. “In questo momento di crisi bisogna mettere in moto le migliori energie del Paese, anche per questo abbiamo pensato di realizzare La Campionaria delle Qualità Italiane, una manifestazione che vuole presentare l’Italia che c’è e che ha scelto di puntare sulla qualità. Il nostro Paese è ricco di questi esempi che ci dimostrano che l’Italia è forte quando fa l’Italia, e cioè punta su ció che sa fare al meglio. Da qui bisogna partire per rilanciare l’economia e La Campionaria delle qualità italiane puó essere di aiuto a questo, anche come una tappa di avvicinamento all’appuntamento di Milano dell’Expo 2015”.
Anche Maurizio Lupi, amministratore delegato Fiera Milano Congressi, sottolinea come la scelta de La Campionaria e la risposta delle imprese che stanno aderendo alla manifestazione costituisca un “forte messaggio anticrisi, il segno che c’è un Paese che non si piange addosso ma che continua a investire sulla qualità. La Fiera di Milano, da sempre vicina al mondo produttivo, ha condiviso questo progetto dall’inizio e lo sta costruendo giorno dopo giorno incontrando le aziende, intercettando le reti associative, coinvolgendo il mondo istituzionale, per farne un’occasione di crescita per tutti”.

L’edizione 2009 è realizzata grazie a:
Sponsor: Enel, A2A e BCC
Media Partner: Mediaset e RDS
Patrocini: Assolombarda, Camera dei Deputati; Presidenza del Consiglio dei Ministri; Ministero dell'Interno; Ministero degli Affari Esteri; Ministero dello Sviluppo Economico; Ministero Istruzione, Università e Ricerca; Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione; Provincia di Milano; Unione Province d'Italia, Federparchi.
Partner: Unioncamere, Coldiretti, Confartigianato, UCINA- Unione Nazionale dei Cantieri e delle Industrie Nautiche e Affini, AIAB- Associazione Italiana Agricoltura Biologica, Legambiente, Lega Pesca
 

Instagram
condividi su
L'Italia eccellente si racconta a La Campionaria
L'Italia eccellente si racconta a La Campionaria

scelti per te

Accelerare la transizione verde e sostituire i combustibili fossili oltre a contrastare la crisi climatica ci rende più liberi dalla dipendenza dal gas e petrolio di importazione. Dipendenza che stiamo pagando pesantemente a seguito della guerra scatenata dall’invasione dell’Ucraina. Esiste già oggi un’Italia che affronta la sfida alla crisi climatica. Secondo il rapporto GreenItaly di Fondazione Symbola e Unioncamere circa un terzo delle imprese (510 mila) negli ultimi cinque anni hanno investito sul green in Italia innovano di più, esportano di più, producono più posti di lavoro: 3,2 milioni di greenjobs.

Fondazione Symbola, Deloitte Private, POLI.design, ADI in collaborazione con Comieco, AlmaLaurea, CUID, con il patrocinio del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del ministero delle Imprese e del Made in Italy hanno presentato oggi i risultati del report “Design Economy 2024”, con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza del valore del design per la competitività del sistema produttivo nazionale. Hanno presentato il rapporto presso l’ADI Design Museum di Milano, Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola; Ernesto Lanzillo, Deloitte Private Leader Italia; Luciano Galimberti, presidente ADI; Cabirio Cautela, CEO POLI.design; Domenico Sturabotti, direttore della Fondazione Symbola; Antonio Grillo, design director Tangity Design Studio - NTT Data; Maria Porro, presidente Salone del Mobile; Marco Maria Pedrazzo, designer manager; Susanna Sancassani, managing director METID - Politecnico di Milano; Francesco Zurlo, preside della Scuola del design Politecnico di Milano; Lorenzo Bono, responsabile Ricerca e sviluppo Comieco; Adolfo Urso, ministro delle Imprese e Made in Italy.

Il rapporto “Il valore dell'abitare. La sfida della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio italiano” promosso da CRESME, Fondazione Symbola, Assimpredil Ance e European Climate Foundation è stato presentato oggi da Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola; Regina De Albertis, presidente Assimpredil Ance; Lorenzo Bellicini, direttore CRESME; Virginio Trivella, consigliere Delegato Efficienza energetica Assimpredil Ance; Piero Petrucco, vice presidente FIEC e vicepresidente Centro Studi ANCE; Fabio Stevanato, direttore Programma Italia European Climate Foundation; Marco Osnato, presidente Commissione Finanze; Patrizia Toia, vicepresidente ITRE commissione per l’industria, la ricerca e l’energia; Roberta Toffanin, consulente del Ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica.

Le Giornate FAI di Primavera sono un esempio bello ed efficace di quanto può fare la società civile organizzata per il nostro Paese. Il patrimonio storico-culturale italiano, la natura, la bellezza sono tratti importanti della nostra identità e sono fondamentali anche per la coesione delle comunità e per la forza e attrattività di larga parte della nostra economia.

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti