Newsletter

Con un confronto sul tema “LET’S CREATE IN ITALY – Formazione, innovazione, sviluppo sostenibile”, le 22 organizzazioni aderenti al CIANS – Coordinamento delle istituzioni Afam non statali si ritroveranno giovedì 18 gennaio al MAXXI di Roma per analizzare lo stato di salute dell’alta formazione artistica in Italia e all’estero e per porre in essere tutte quelle iniziative che consentiranno al settore, da qui in avanti, di guardare al futuro con rinnovato entusiasmo.

Il programma della giornata

Il programma dell’evento si sviluppa in due diverse fasi: una prima parte, dalle 10 alle 13, prettamente convegnistica, con un panel di relatori di primissimo ordine; una seconda parte, dalle 15 alle 17, con un focus dedicato alle conclusioni dei tavoli tematici di approfondimento (Assicurazione della qualità; Centralità dello studente; Promozione e internazionalizzazione; Ricerca, innovazione, dottorati) che si sono insediati lo scorso anno e che consentono un confronto continuo tra gli associati.

L’apertura dei lavori, anticipati dalla performance del coro Flowing Chords e moderati dalla fashion reporter e autrice televisiva Valeria Oppheneimer, prevede il saluto del ministro dell’Università e della ricerca Anna Maria Bernini, della presidente del CNAM Giovanna Cassese e del presidente del MAXXI Alessandro Giuli. A fare gli onori di casa, con una relazione che analizza l’attuale momento del settore Afam, il presidente CIANS Fabio Mongelli.

Spazio poi alle relazioni. Maria Alessandra Gallone, consigliere del ministro dell’Università e della ricerca disquisirà sul tema “L’alta formazione artistica nel sistema universitario italiano”; Costanza Miliani, direttore dell’Istituto di scienze del patrimonio culturale del consiglio nazionale delle ricerche, affronterà la questione “Innovazione e ricerca per affrontare le sfide del nostro tempo”; Marilena Maniaci, consigliere Anvur con delega alle istituzioni Afam e componente del board ENQA parlerà sull’argomento “Gli ESG e l’assicurazione della qualità delle istituzioni Afam”. A seguire: Domenico Sturabotti, direttore Fondazione Symbola, “Le qualità italiane: cultura, bellezza e ambiente”; Luciano Galimberti, presidente ADI – Associazione per il disegno industriale, “Progettazione consapevole e promozione del talento created in Italy”; Riccardo Di Stefano, presidente giovani imprenditori Confindustria “Cultura d’impresa e opportunità per le nuove generazioni”.

Nel pomeriggio le conclusioni dei tavoli tematici riportate dai componenti del direttivo CIANS Annalisa Bottoni, Filippo Pernisco, Giuseppina Auricchio e Guido Tattoni saranno coordinate dal segretario generale CIANS Dario Guardalben. L’evento è aperto al pubblico, compatibilmente con la disponibilità dei posti a sedere presenti all’interno dell’Auditorium del MAXXI.

Le istituzioni CIANS

Accademia di Belle Arti “Aldo Galli” – Como; Accademia di Belle Arti e Design Poliarte – Ancona; Accademia di Belle Arti “Giambattista Tiepolo” – Udine; Accademia di Belle Arti SantaGiulia – Brescia; Accademia di Costume e di Moda – Roma, Milano; Accademia Italiana – Roma, Firenze; Accademia del Lusso – Roma, Milano; Accademia Teatro alla Scala – Milano; IAAD – Istituto d’Arte Applicata e Design – Torino; IED – Istituto Europeo di Design – Roma, Milano, Torino, Firenze, Cagliari; Istituto Marangoni – Milano, Firenze; Istituto Modartech – Pontedera (Pi); Istituto Secoli – Milano, Novara; IUAD – Accademia della Moda – Napoli, Milano; LABA – Libera Accademia di Belle Arti – Brescia; LABA – Libera Accademia di Belle Arti – Firenze; NABA, Nuova Accademia di Belle Arti – Milano, Roma; Quasar Institute for Advanced Design – Roma; RUFA – Rome University of Fine Arts – Roma; SAE Institute – Milano; Saint Louis College of Music – Roma; STM Scuola del Teatro Musicale – Novara.

Instagram
condividi su
SCARICA L’ARTICOLO IN PDF
Lo stato di salute della formazione artistica: se ne parla al MAXXI di Roma | Exibart.com

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti