Newsletter

“Non è una scelta del Governo italiano ma è sempre una scelta italiana che dà forza al nostro Paese nel mondo. L’Enel ha annunciato una forte accelerazione sulla strada della transizione verde proposta dall’Europa e dalla COP26 di Glasgow con l’impegno ad azzerare le emissioni di CO2 nel 2040 e tappe intermedie, a cominciare dall’abbandono del carbone in tutto il mondo nel 2027(l’Italia lo farà nel 2025). È molto importante che grazie a scelte coraggiose e coerentemente portate avanti in questi anni l’Enel è diventato il principale operatore mondiale nelle rinnovabili e l’utilities elettrica più quotata in borsa in Europa. La sostenibilità è necessaria per affrontare il futuro ma paga anche in economia. In questi anni l'Enel, con la guida di Francesco Starace, sia diventato il principale operatore mondiale nelle rinnovabili e l’utilities elettrica più quotata in borsa in Europa. La sostenibilità è necessaria per affrontare il futuro ma paga anche in economia”.

Lo ha dichiarato Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola.

scelti per te

Il report “Sostenibilità è qualità”, arrivato alla seconda edizione, promosso da Ipsos e Fondazione Symbola in collaborazione con la Camera di Commercio di Brescia è stato presentato oggi da Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola; Roberto Saccone, presidente della Camera di Commercio di Brescia; Nando Pagnoncelli, presidente Ipsos, presso la Sala Consiliare della Camera di Commercio di Brescia. L’evento di oggi si inserisce all’interno del ciclo Futura Colloquia, un percorso di incontri, dialoghi, confronti che riunisce economisti, imprenditori e stampa in una roadmap di avvicinamento a Futura Expo 2025. Questi incontri si propongono di offrire al tessuto imprenditoriale ed economico della provincia di Brescia un confronto sui grandi temi dell’economia mondiale e della sostenibilità declinati sulle esigenze locali.

Accelerare la transizione verde e sostituire i combustibili fossili oltre a contrastare la crisi climatica ci rende più liberi dalla dipendenza dal gas e petrolio di importazione. Dipendenza che stiamo pagando pesantemente a seguito della guerra scatenata dall’invasione dell’Ucraina. Esiste già oggi un’Italia che affronta la sfida alla crisi climatica. Secondo il rapporto GreenItaly di Fondazione Symbola e Unioncamere circa un terzo delle imprese (510 mila) negli ultimi cinque anni hanno investito sul green in Italia innovano di più, esportano di più, producono più posti di lavoro: 3,2 milioni di greenjobs.

Il rapporto “Il valore dell'abitare. La sfida della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio italiano” promosso da CRESME, Fondazione Symbola, Assimpredil Ance e European Climate Foundation è stato presentato oggi da Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola; Regina De Albertis, presidente Assimpredil Ance; Lorenzo Bellicini, direttore CRESME; Virginio Trivella, consigliere Delegato Efficienza energetica Assimpredil Ance; Piero Petrucco, vice presidente FIEC e vicepresidente Centro Studi ANCE; Fabio Stevanato, direttore Programma Italia European Climate Foundation; Marco Osnato, presidente Commissione Finanze; Patrizia Toia, vicepresidente ITRE commissione per l’industria, la ricerca e l’energia; Roberta Toffanin, consulente del Ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica.

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti