Newsletter

ALMA VIVA
Il 12 marzo prossimo con una giornata speciale dedicata agli sponsor e alle eccellenze italiane; in maggio, all’interno di Cibus con ALMA Caseus, il grande Concorso sui Formaggi Italiani; in ottobre con la giornata delle Scuole Internazionali impegnate con ALMA per EXPO 2015.

Ritorna ALMA Viva
Sì, perché ALMA è più viva che mai e vuole condividere la sua vitalità, i suoi programmi con chi ci è vicino, con chi ne sostiene gli sforzi per rendere il suo servizio alla ristorazione italiana sempre più efficace.
ALMA VIVA non è un evento specifico con formula ripetitiva, è un concept che interpretiamo di anno in anno secondo le opportunità che individuiamo. Quest’anno sarà un trittico. Il 12 marzo prossimo con una giornata speciale dedicata agli sponsor e alle eccellenze italiane; in maggio, all’interno di Cibus con ALMA Caseus, il grande Concorso sui Formaggi Italiani; in ottobre con la giornata delle Scuole Internazionali impegnate con ALMA per EXPO 2015.
L’evento del 12 marzo si presenta davvero speciale per densità e intensità dei momenti programmati. La mattina sarà dedicata a Sponsor e Fornitori Accreditati con presentazione dei programmi 2012 della Scuola e l’esemplificazione delle opportunità che le aziende possono cogliere collaborando con ALMA per progetti di loro specifico interesse.
Nel primo pomeriggio illustreremo il progetto ALMA link che consentirà ai diplomati dei nostri corsi di esplorare in diretta le offerte di lavoro: un vero portale dedicato per l’incontro domanda – offerta.
Poi, insieme all’Editore PLAN di Firenze, presenteremo quattro nuovi libri che vanno ad arricchire la collana per le Scuole e per il pubblico degli amanti del cibo e della cultura relativa. Sono: “Gusto Italiano”, “Dizionario di Enogastronomia” in cinque lingue, “Tecniche di Sala, Bar e Sommellerie” e “La Nuova Cucina Professionale”. Particolarmente atteso “Gusto italiano”, che traccia per la prima volta la fotografia della cucina d’autore oggi in Italia. Oltre ai giornalisti, gastronomia e grandi Cuochi Italiani saranno presenti i rappresentanti di molti Istituti Alberghieri. Interverranno anche Gualtiero Marchesi, Massimo Montanari e Giovanni Ballarini.
Il terzo momento della giornata, nel secondo pomeriggio, sarà dedicato a un convegno di alto profilo: “Italia, terra di eccellenze”, concepito insieme a Symbola, la fondazione delle qualità italiane, Sanpellegrino che ha distribuito a ristoranti di tutto il mondo il suo “Reservation Book 2012” in cui figurano 12 eccellenze italiane, una per mese, che vanno da Palazzo Strozzi, ad Altamarca, Fondazione Cini, Ferrari (auto), Fiat 500, Ferragamo, Missoni, Bulgari, la stessa ALMA e alcune delle più affermate case vinicole italiane. Queste aziende porteranno le loro testimonianze. Il Convegno sarà presieduto da Ermete Realacci per Symbola. Relatori sul tema saranno Stefano Agostini - Amministratore Delegato del gruppo Sanpellegrino, Pierluigi Sacco – docente di Economia allo IULM di Milano e Oscar Farinetti – inventore e presidente di Eataly. Un grande tema per l’economia del Paese un bel tavolo per parlarne alla ricerca di idee per l’ulteriore affermazione internazionale dell’industria “culturale” italiana.
 

Instagram
condividi su

scelti per te

Accelerare la transizione verde e sostituire i combustibili fossili oltre a contrastare la crisi climatica ci rende più liberi dalla dipendenza dal gas e petrolio di importazione. Dipendenza che stiamo pagando pesantemente a seguito della guerra scatenata dall’invasione dell’Ucraina. Esiste già oggi un’Italia che affronta la sfida alla crisi climatica. Secondo il rapporto GreenItaly di Fondazione Symbola e Unioncamere circa un terzo delle imprese (510 mila) negli ultimi cinque anni hanno investito sul green in Italia innovano di più, esportano di più, producono più posti di lavoro: 3,2 milioni di greenjobs.

Fondazione Symbola, Deloitte Private, POLI.design, ADI in collaborazione con Comieco, AlmaLaurea, CUID, con il patrocinio del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del ministero delle Imprese e del Made in Italy hanno presentato oggi i risultati del report “Design Economy 2024”, con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza del valore del design per la competitività del sistema produttivo nazionale. Hanno presentato il rapporto presso l’ADI Design Museum di Milano, Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola; Ernesto Lanzillo, Deloitte Private Leader Italia; Luciano Galimberti, presidente ADI; Cabirio Cautela, CEO POLI.design; Domenico Sturabotti, direttore della Fondazione Symbola; Antonio Grillo, design director Tangity Design Studio - NTT Data; Maria Porro, presidente Salone del Mobile; Marco Maria Pedrazzo, designer manager; Susanna Sancassani, managing director METID - Politecnico di Milano; Francesco Zurlo, preside della Scuola del design Politecnico di Milano; Lorenzo Bono, responsabile Ricerca e sviluppo Comieco; Adolfo Urso, ministro delle Imprese e Made in Italy.

Il rapporto “Il valore dell'abitare. La sfida della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio italiano” promosso da CRESME, Fondazione Symbola, Assimpredil Ance e European Climate Foundation è stato presentato oggi da Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola; Regina De Albertis, presidente Assimpredil Ance; Lorenzo Bellicini, direttore CRESME; Virginio Trivella, consigliere Delegato Efficienza energetica Assimpredil Ance; Piero Petrucco, vice presidente FIEC e vicepresidente Centro Studi ANCE; Fabio Stevanato, direttore Programma Italia European Climate Foundation; Marco Osnato, presidente Commissione Finanze; Patrizia Toia, vicepresidente ITRE commissione per l’industria, la ricerca e l’energia; Roberta Toffanin, consulente del Ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica.

Le Giornate FAI di Primavera sono un esempio bello ed efficace di quanto può fare la società civile organizzata per il nostro Paese. Il patrimonio storico-culturale italiano, la natura, la bellezza sono tratti importanti della nostra identità e sono fondamentali anche per la coesione delle comunità e per la forza e attrattività di larga parte della nostra economia.

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti