Newsletter

L’integrazione tra costruito e aree verdi diventa sempre più centrale nell’edilizia sostenibile.

L’attenzione agli spazi outdoor però porta con sé una serie di esigenze relative ai costi di manutenzione, ai consumi idrici e all’invasività degli interventi.

Per far fronte a questi bisogni, Roofingreen ha deciso di lanciare sul mercato il suo sistema modulare di erba sintetica: pannelli ecosostenibili, di facile installazione e in grado di riprodurre perfettamente la sensazione visiva e tattile di un prato. I moduli dell’azienda torinese (applicabili sia su superfici orizzontali che su pareti verticali) sono riciclabili e riutilizzabili, si posano a secco e, soprattutto, non hanno bisogno di irrigazione e manutenzione. Una soluzione che consente di azzerare il consumo idrico, senza creare problemi di smaltimento delle plastiche.

Inoltre, i prodotti Roofingreen contribuiscono ad un ottimo isolamento termico e acustico. Caratteristica questa tutt’altro che secondaria visto che il prato sintetico consente, grazie alla sua modularità, di intervenire sul già edificato in modo microinvasivo, migliorando la qualità del costruito e isolando lo spazio outdoor in modo rapido, semplice e poco costoso. I tecnici dell’azienda hanno anche lavorato sulla permeabilità della superficie grazie a un sistema di drenaggio delle acque meteoriche, evitando la formazione di insalubri ristagni. Non a caso, i moduli made by Roofingreen sono stati scelti per arredare il rooftop dell’avanguardistico Green Pea di Torino, il primo green retail park d’Italia.

Instagram
condividi su

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti