Newsletter

Dal 20 maggio al primo ottobre convegni, webinar e approfondimenti. In programma 16 appuntamenti e oltre cento ospiti, con la partecipazione di personalità del mondo politico, economico e ambientale

Dal 20 maggio prende il via Circonomìa, il Festival dell'economia circolare e delle energie dei territori. Il programma della quinta edizione è stato presentato questa mattina dai direttori artistici Roberto Cavallo e Roberto Della Seta , con la partecipazione dei principali sostenitori della manifestazione, organizzata da Gmi (Greening Marketing Italia), Cooperativa Erica e Aica (Associazione internazionale per la comunicazione ambientale). In programma 16 appuntamenti e oltre cento ospiti.

L'evento si articolerà su due format: dal 20 maggio al 17 giugno si terrà Circonomia Digitale, con una serie di eventi su Zoom e su Circonomia TV, mentre dal 17 settembre al primo ottobre si svolgerà Circonomia Live, una versione più tradizionale del festival con incontri e convegni ad Alba e Torino, che saranno visibili anche su Circonomia TV, e che vedranno la partecipazione di personalità del mondo politico, economico e ambientale.

"Circonomia è in primo luogo un grande lavoro di squadra di tutti, organizzatori, partner, territorio - osserva Cavallo, amministratore delegato di Erica soc. coop - Una squadra che ogni anno cresce in numeri e qualità. Perché solo così si mette in circolo l'economia, grazie al ruolo della conoscenza e dell'informazione, centrali in questo nuovo modello o paradigma. Sapere, incontrarsi, scambiare, conoscere sono le nuove parole chiare per cambiare e rispondere alle richieste di uno sviluppo più sostenibile e differente".

"Questa quinta edizione di Circonomìa giunge in un tempo di estrema difficoltà per l'Italia e per gran parte del mondo, investiti dalla pandemia e dalle sue drammatiche conseguenze socio-economiche - sottolinea Roberto Della Seta, di Gmi - Per questo è un'edizione 'ibrida' tra web e appuntamenti 'in presenza', per questo abbiamo cercato insieme a tutti i nostri partner, di farne l'occasione per ragionare sull'economia circolare, sulla sua urgenza, anche a partire dalla lezione che viene dall'attuale crisi sanitaria: il progresso, il benessere umano, sono sempre più inscindibili dalla capacità di vivere in equilibrio con la natura e le sue leggi".

Circonomia è organizzato in collaborazione con Politecnico di Torino, Università degli Studi di Torino, Legambiente, Kyoto Club, Fondazione Symbola; con il sostegno di Novamont, Conou, Fondazione Crc, Confindustria Cisambiente, Montello Spa, Ricrea, Banca d'Alba, Comieco, Confindustria Cuneo, Dentis, Ecopneus, Egea, Go Rent, Mercatò, Burgo Group, Cial, Cier, EcoEridania, La Filippa e ReLife Group.

CONTINUA A LEGGERE
Sostenibilità: al via Circonomia, il festival dell'economia circolare e delle energie dei territori | Repubblica.it

ISCRIZIONE

Sei interessato ai temi della sostenibilità, innovazione e cultura? Iscriviti al sito di Fondazione Symbola e scopri i vantaggi. Potresti avere accesso a risorse esclusive quali rapporti, studi e documenti che Symbola pubblica periodicamente su argomenti legati alla qualità e alle eccellenze italiane. Inoltre, potresti avere la possibilità di entrare in contatto con una comunità di professionisti, aziende, enti e istituzioni che condividono valori e obiettivi legati alla sostenibilità e all’innovazione.


Non perderti la newsletter della Fondazione per ricevere aggiornamenti e contenuti esclusivi, come rapporti, articoli di approfondimento e interviste con esperti, direttamente nella tua casella di posta. Resta informato sugli eventi e le conferenze organizzate da Symbola in collaborazione con altre organizzazioni, istituzioni e aziende. Uno strumento prezioso per mantenersi informati e connessi su un modello di sviluppo sostenibile e di qualità.


Aderisci al Manifesto di Assisi per essere parte di un movimento significativo che lavora per un futuro più sostenibile e responsabile, contribuendo attivamente al benessere sociale, economico e ambientale. Una grande occasione per rendere la nostra economia e la nostra società più a misura d’uomo e per questo più capaci di futuro.

Devi accedere per poter salvare i contenuti