Newsletter

E' in partenza la terza edizione del premio letterario «Le pagine della terra» per il romanzo e la letteratura green, il primo riconoscimento dedicato ai temi ambientali che mette al centrola: produzione letteraria e la sua capacità di modificare la visione del mondoin chiave verde. La presentazione si è tenuta ieri, Giornata mondiale della Terra, a Roma, al Centro Carabinieri Tevere. Tra i presenti, fra gli altri, i fondatori del.premio Claudio Cutuli e Vera Slepoj, i presidenti di girarla Ermete Realacci ed Enrico Vanzina. Le iscrizioniel£oncorso saranno aperte filalo al So luglio (il banco è disponibile online sul sito tepaginedellaterra.com), tre saranno i finalisti (la terna verrà comunicata entro agosto) che accederanno alla cerimonia premiazione prevista per giovedì 14 settembre al Parco archeologico di Pompei. La giuria, oltre. al presidenti Realacci e Vanzina, è composta da Marco Cappelletto, Gaetano: Cappelli, Federica Corsini, Barbara Degani, Rosalba Giugni, Giovanni Grasso, padre Enzo Fortunato, Claudio Gubitosi, Laura Lega, Antonio Pietro Marzo, Clemente Mimun, Vincenzo Pepe, Antonio Polito, Paolo Possamai.«Obiettivo del Premio -- spiegano i giurati - dare sempre voce a coloro attraverso la cultura e la scrittura si fanno portavoce della necessità di un cambiamento, con un'attenzione sempre maggiore alla nostra Madre Terra
Vincitore della prima edizione è stato Stefano Mancuso con La pianta del mondo (Laterza, 2o2o), quello della seconda Massimiliano Scuriatti con Le lacrime dei pesci non si vedono(La nave di Teseo, 2022).

Instagram
condividi su
SCARICA L’ARTICOLO IN PDF
Un premio per la letteratura "green" | Corriere della Sera

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti