Newsletter

Progettare luoghi di socialità culturale a varie scale di intervento partendo dai servizi. Un approccio di lavoro che Alterstudio Partners, società di architettura fondata a Milano nel 1996, applica in modo innovativo, utilizzando dove possibile anche metodologie di progettazione partecipata, e che ha consentito di realizzare negli anni progetti a forte impatto sociale per committenti pubblici e privati. Alterstudio progetta i luoghi della cultura, biblioteche e musei in particolare, per permettergli di andare oltre la loro tradizionale funzione (di accesso alla conoscenza, di conservazione e valorizzazione del patrimonio fisico e immateriale), valorizzando la loro funzione sociale ed educativa: essere strumenti di inclusione e di dialogo tra diverse culture, a contrasto delle disuguaglianze (sociali, informative, cognitive, tecnologiche), per la creazione di benessere diffuso e per promuovere politiche di sviluppo sostenibile. Conservazione e valorizzazione del patrimonio devono andare di pari passo con servizi per la formazione, l’informazione, la creatività, il tempo libero, l’aggregazione sociale. Questi sono i criteri informatori dei progetti sviluppati da Alterstudio Partners per centri culturali, biblioteche e musei, e che hanno trovato applicazione – opportunamente declinati – in tante realtà, anche molto diverse tra loro: Milano, Melzo, Meda, Roma, Pergine Valsugna e Comano Terme, Bari,Pavia, Venezia, Novara, Piombino, Sondrio e numerosi paesi della Valtellina, Morciano, Carpi e Mirandola, Merate, Norcia, Castiglione delle Stiviere, e molti altri.

Fonte: https://www.alterstudiopartners.com/portfolio/megg/microsoft-word-108_d_copertina-a3_070717-doc-5

Instagram
condividi su

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti