Newsletter

Banca Campania Centro aderisce a Fondazione Symbola

Banca Campania Centro entra a far parte di Symbola, la Fondazione per le qualità italiane presieduta da Ermete Realacci e che da anni si occupa di promuovere ricerche, eventi e progetti per raccontare aziende e istituzioni che migliorano il Paese puntando su innovazione e sviluppo, bellezza e creatività, capitale umano e territorio.

Una partnership avviata, con il sostegno della Federazione Campana delle BCC, già da diversi anni, con iniziative capaci di generare valore come il progetto “banca delle qualità campane” e la promozione sul territorio della campagna “1000 azioni per una nuova Italia” nell’ambito dell’adesione al Manifesto di Assisi, presentata ad aprile 2021 in un evento digitale con Realacci e Padre Enzo Fortunato. È già in cantiere una nuova fase di collaborazione, con la partecipazione della neonata Federazione Banche di Comunità Credito Cooperativo Campania Calabria, per il monitoraggio di ulteriori eccellenze territoriali.

Sul sito di Symbola si definisce Banca Campania Centro come “un soggetto non solo in grado di erogare contributi, quanto piuttosto attivare iniziative in un’ottica di co-progettazione con le realtà locali, in cui ogni entità può apportare valore nel segmento di competenza e al contempo accrescere le proprie conoscenze attraverso nuove collaborazioni inedite”. Tra le iniziative evidenziate, si segnalano quelle attivate in collaborazione con la Fondazione Cassa Rurale Battipaglia, come il Focus Socio Economico - l’indagine scientifica realizzata in collaborazione con l’Università degli Studi di Salerno, e le Passeggiate nella storia, alla riscoperta dei tesori culturali e artistici della provincia.

L’adesione a Symbola è l’approdo naturale di un percorso e di una visione comune, fondata sui valori della coesione sociale e sostenibilità ambientale – sottolinea il presidente di Banca Campania Centro Camillo CatarozzoPer questo motivo, la collaborazione con la Fondazione Symbola rappresenta, in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo, un valore aggiunto alla nostra attività sul territorio e a quella della Fondazione Cassa Rurale Battipaglia, “fiore all’occhiello” della Banca.  Lo slogan - l’economia a misura di uomo - trova terreno fertile nei principi della cooperazione e della mutualità che da sempre caratterizzano Banca Campania Centro, come dimostra la recente costituzione dell’Associazione Mutualistica Hygieia che offrirà a soci e clienti l’opportunità di usufruire di importanti servizi in ambito sanitario e sociale”.

“L’adesione di Banca Campania Centro alla nostra Fondazione è l’approdo di una relazione – dichiara Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola – fondata sulla condivisione di quei valori che sono poi il dna di Symbola: qualità, innovazione, bellezza, sostenibilità, legami col territorio e le comunità. Territorio e comunità sono i valori attorno ai quali la banca è cresciuta, un modello che per risultati economici e impatti sociali rappresenta un vero e proprio esempio a cui deve ispirarsi il mondo del credito italiano, e non solo. Fin dagli inizi, c’è stata la voglia di valorizzare il territorio attraverso un’impresa che non avesse come unico criterio di scelta quello della convenienza economica. Un’impresa che, come dice il Manifesto di Assisi, fosse più forte proprio perché più a misura d’uomo. Da tempo la presenza di questo istituto di credito è fondamentale: in alcuni Comuni, più di un cittadino su tre ha un rapporto con questa banca che a volte è l’unica presente. Da oggi Symbola si arricchisce di una nuova eccellenza italiana”.

 

Instagram
condividi su

scelti per te

Il 92% delle produzioni tipiche nazionali che si consumano soprattutto a Natale nasce nei comuni italiani con meno di cinquemila abitanti. È quanto emerge dallo studio Coldiretti/Symbola su “Piccoli comuni e tipicità”. Il rapporto vuole raccontare un patrimonio enogastronomico del Paese custodito fuori dai tradizionali circuiti turistici, valorizzato e promosso grazie alla legge n.158/17, a prima firma Realacci, con misure per la valorizzazione dei Piccoli Comuni. Nei territori dei 5.538 piccoli comuni con al massimo 5.000 abitanti, in cui vivono quasi 10 milioni di italiani, si produce infatti ben il 92 per cento dei prodotti di origine protetta (DOP, Denominazione di Origine Protetta e IGP, Indicazione di Origine Protetta) e il 79 per cento dei vini italiani più pregiati. Questo rapporto di Coldiretti-Fondazione Symbola “Piccoli Comuni e Tipicità” ci restituisce il quadro aggiornato per ogni regione di questa dimensione produttiva estesa e radicata che traduce in valore la diversità culturale.

nell’ambito del Festival della Soft Economy si discuterà di Green Communities. Le Green Communities, previste nella legge 221/2015 e ora finanziate dal PNRR con 135 milioni di euro, rappresentano un nuovo percorso nelle quali la montagna intende porsi al centro delle politiche per l’ambiente, l’uso sostenibile delle risorse naturali, il pagamento dei servizi ecosistemici, le nuove agricolture, le start-up e il turismo. Un nuovo strumento per la transizione ecologica che individua il valore dei territori rurali e di montagna che intendono utilizzare in modo equilibrato le risorse principali di cui dispongono, tra cui in primo luogo acqua, i boschi e il paesaggio, e aprire un nuovo rapporto sussidiario e di scambio con le comunità urbane e metropolitane, in modo da poter impostare, nella fase della green economy, un piano di sviluppo sostenibile.

Il Festival della Soft Economy, arrivato alla XI edizione che si svolgerà dal 16 al 18 novembre a Treia e anche in streaming sul sito e i canali social della Fondazione Symbola. Tra i promotori ci sono oltre a Fondazione Symbola e al Comune di Treia - che lo ospita per l’XI anno consecutivo - Unioncamere, la Camera di Commercio delle Marche, Commissario Straordinario alla Ricostruzione Sisma 2016 – Presidenza del Consiglio dei Ministri, Uncem, IFEL, FAI CISL, Green Communities. BIM Tronto, FederBim, Federparchi, Legambiente, Coldiretti, Cosmari, Arnaldo Caprai, SAAD Scuola di Ateneo Architettura e Design “Eduardo Vittoria” Università di Camerino.

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti