Newsletter

Ha sviluppato, nell’ambito del progetto INTRA, un incubatore di start-up locali che fa leva sul coinvolgimento di importanti aziende del settore chimico-farmaceutico presenti in Abruzzo.

Coesione territoriale, innovazione, valorizzazione delle eccellenze: sono questi i principi che ispirano il lavoro di CAPITANK - Chemical And Pharmaceutical Innovation Tank. La no profit che ha l’obiettivo di  creare un network del settore chimico-farmaceutico abruzzese, punta ad aumentare la competitività delle imprese high tech appartenenti al polo. Nato come incubatore di start-up, CAPITANK ha fatto un passo avanti rivoluzionario. L’innovativo modello di trasferimento tecnologico sviluppato nell’ambito del progetto INTRA fa leva sul coinvolgimento di importanti aziende del settore chimico-farmaceutico presenti in Abruzzo come incubatrici dirette delle start-up locali. L’obiettivo è favorire, anche attraverso l’intercettazione di fondi pubblici, la collaborazione e la stipula di contratti di fornitura tra realtà affermate e start-up. Il tutto secondo una logica di reciprocità: in cambio di servizi di subfornitura e soluzioni innovative, la grande impresa assicura le prime commesse, oltre all’utilizzo di suoi locali, tecnologie e servizi legali e finanziari. Alla luce dei risultati conseguiti, la Regione Abruzzo ha candidato il progetto per il premio Europeo “RegioStars Awards 2017”. Tra i progetti di ricerca che puntano sul binomio territorio-innovazione incubati da CAPITANK c’è, per esempio, Anti Trop 2, che testa l’impiego della molecola Trop-2 per la lotta alle neoplasie. Le prime sperimentazioni sembrano confermare che la proteina possa essere un valido bersaglio molecolare, utile a rendere più precise e meno invalidanti le terapie antitumorali.

Instagram
condividi su

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti