Newsletter

“Per l’agroalimentare italiano è arrivata una buona notizia sotto l’albero di Natale: finalmente è divento legge il testo normativo sulla qualità e la trasparenza della filiera degli oli di oliva vergini. Si tratta di una norma importante per la tutela e la valorizzazione della qualità e della tradizione dell’agroalimentare italiano e in particolare di un prodotto espressione della nostra eccellenza come l’olio. La legge infatti valorizza le produzioni del settore oleario made in Italy, garantisce la tracciabilità di tutta la filiera a vantaggio di produttori e cittadini, e affronta con maggiore forza la lotta alla contraffazione sugli oli extravergini di oliva, così da salvaguardare con maggiore efficacia i produttori onesti da concorrenza scorretta ed anche da contraffazioni agroalimentari” così Ermete Realacci, Presidente della Fondazione Symbola per le Qualità Italiane, commenta l’approvazione della legge sull’olio di qualità, di cui era il primo firmatario alla Camera.
“Siamo molto soddisfatti che in Italia diventi legge un testo che ha come obiettivo la tutela della qualità di un prodotto – aggiunge Domenico Sturabotti, Direttore della Fondazione Symbola per le Qualità Italiane - espressione della nostra eccellenza. Da un lato per il valore culturale che la legge rappresenta, ma soprattutto per i benefici che essa genererà. Generalmente infatti l’introduzione di norme che alzano l’asticella della qualità portano nel medio periodo un beneficio in termini di competitività al sistema, siamo sicuri questo avverrà anche per il settore olivicolo. Inoltre l’introduzione di meccanismi di garanzia sulla trasparenza delle informazioni in merito all’origine, alla scadenza, oltre a tutelare maggiormente i cittadini favorirà lo sviluppo delle aziende più virtuose che da anni puntano sulla qualità. Siamo anche felici che la legge abbia una sua radice nella proposta di legge avanzata da Symbola, Coldiretti e Unaprol nel 2010 e dal lavoro avviato con l’INEA sulla qualità della filiera olivicola”.

 

scelti per te

L’accordo è stato sottoscritto, giovedì 13 giugno, a Battipaglia. Firmatari il presidente di Bcc Campania Centro, Camillo Catarozzo; il vice presidente di Bcc Capaccio Paestum e Serino, Gaetano De Feo; il vice presidente di Bcc Magna Grecia, Pasquale Lucibello; il presidente di Coldiretti Campania, Ettore Bellelli, il presidente di Confagricoltura Salerno, Antonio Costantino e il presidente della Fondazione Symbola, Ermete Realacci. Le associazioni, insieme alle banche, attiveranno presso le loro sedi uno sportello a supporto delle imprese.

Il rapporto 100 Italian Renewable Energy Stories promosso da Symbola – Fondazione per le qualità italiane ed ENEL, in collaborazione con KEY - The Energy Transition Expo, è dedicato alle tecnologie sviluppate nel mondo delle rinnovabili.

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti