Newsletter

Redazione

I 58 siti italiani Patrimonio dell’Umanità Unesco testimoniano la rara concentrazione nazionale di bellezza e storia. Uno di questi gioielli, tra i più amati dai turisti, sono le Cinque terre: cinque straordinari borghi incastonati nelle scogliere liguri con le loro case colorate e i loro terrazzamenti di viti e ulivi. Arrivare da mare è il modo consigliato per apprezzarle in tutta la loro bellezza. Per farlo, dal 2000, c’è il Consorzio Marittimo Turistico 5 Terre Golfo dei Poeti. Un consorzio le cui origini vanno ricercate oltre 40 anni fa in una prima collaborazione tra armatori locali per servire le esigenze di mobilità degli abitanti del luogo e dei turisti. Oggi sono 18 le imbarcazioni della flotta del Consorzio che accompagnano ad assaporare lo splendore della costa da Moneglia (Liguria) a Viareggio (Toscana): dal Vega, traghetto di 13 metri e una capacità di 52 passeggeri, a Ufo IV, 27 metri e 250 passeggeri fino ai quasi 600 passeggeri della motonave Lerici. Dotato di certificazione di sistema ambientale ISO 14.001, circa 10  milioni di euro di fatturato, coi suoi 80 addetti (quelli imbarcati e quelli nelle 10 biglietterie e infopoint) durante la stagione che va da aprile a novembre il Consorzio offre ai viaggiatori quattro diverse linee: Cinque Terre (Riomaggiore, Manarola, Vernazza, Monterosso), Viareggio e Riviera Apuana, Isole (Palmaria, Tino, Tinetto); e poi la linea per il Golfo dei Poeti, dove borghi, castelli, spiagge e chiese da secoli hanno affasciato artisti e scrittori, da Dante a Percy B. Shelley, da Virginia Woolf a Gabriele D’Annunzio.

Instagram
condividi su

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti