Newsletter

È un campione dell’industria internazionale, tra le prime 10 società al mondo nei settori aerospazio, difesa e sicurezza, con ricavi superiori ai 12 miliardi di euro e investimenti in R&S pari al 12% di essi.

Oltre 46 mila dipendenti nel mondo, di cui 29 mila in Italia e prodotti che raggiungono 150 Paesi: un’eccellenza che porta la migliore tecnologia italiana anche nello Spazio. E prossimamente sarà su Marte con un
componente fondamentale per l’esplorazione del pianeta rosso.

La missione ExoMars (a cui collaborano ASI, ESA e Agenzia Spaziale Russa con il contributo della NASA), avviata nel 2016 con il lancio di un dispositivo per rilevare gas in atmosfera, proseguirà nel 2020 con un rover europeo autonomo che preleverà campioni dal suolo marziano per analizzarlo e conoscere l’ambiente, cercando tracce di vita presente o passata.
Per farlo il rover scaverà la superficie arrivando alla profondità di 2 m dove l’interferenza con l’esterno non è significativa. La trivella per questa operazione, realizzata nello stabilimento di Nerviano (MI), sarà firmata Leonardo.
Nel 2018 si sono conclusi positivamente i test per provarla in un ambiente uguale a quello marziano. Il perforatore dovrà operare con temperature tra -100°C e +35°C, avrà una potenza pari a un quinto rispetto ai trapani casalinghi (circa 80 watt) e una punta in diamante policristallino per realizzare un foro di 25 mm di diametro.

Instagram
condividi su

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti