Newsletter

UNA MANO PER IL MARE’ DELLA SCUOLA PRIMARIA RAMELLA DI VIGEVANO (PV) LA CAMPAGNA VINCITRICE DEL CONCORSO NAZIONALE LE MAGIE DEL MARE: ALLA SCOPERTA DELLE AREE MARINE PROTETTE CON WINX CLUB IDEATO DA FONDAZIONE SYMBOLA, PARCO NAZIONALE DEL CILENTO, VALLO DI DIANO E ALBURNI - ENTE GESTORE DELLE DUE AMP SANTA MARIA DI CASTELLABATE E COSTA DEGLI INFRESCHI E DELLA MASSETA - E RAINBOW

‘UNA MANO PER IL MARE’ DELLA SCUOLA PRIMARIA RAMELLA DI VIGEVANO (PV) LA CAMPAGNA VINCITRICE DEL CONCORSO NAZIONALE LE MAGIE DEL MARE: ALLA SCOPERTA DELLE AREE MARINE PROTETTE CON WINX CLUB IDEATO DA FONDAZIONE SYMBOLA, PARCO NAZIONALE DEL CILENTO, VALLO DI DIANO E ALBURNI - ENTE GESTORE DELLE DUE AMP SANTA MARIA DI CASTELLABATE E COSTA DEGLI INFRESCHI E DELLA MASSETA - E RAINBOW


NEL PROGETTO PER LA VALORIZZAZIONE DEI NOSTRI PARCHI MARINO-COSTIERI, REALIZZATO CON IL PATROCINIO ED IL CONTRIBUTO DEL MINISTERO DELL’AMBIENTE, COINVOLTI 10 MILA SCUOLE, 500 MILA STUDENTI, 6 AREE MARINE PROTETTE E TANTE COMUNITÀ LOCALI

Roma, 19 dicembre 2013. ‘Una mano per il mare’. È questo il claim ideato dagli alunni della Scuola Primaria Ramella di Vigevano (Pv) come campagna di comunicazione per la tutela e la valorizzazione dei nostri mari, vincitore del concorso nazionale “Le magie del mare: alla scoperta delle Aree Marine Protette con Winx Club” promosso da Fondazione Symbola, Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni e Rainbow con la collaborazione di Federparchi, il contributo e il patrocinio del Ministero dell’Ambiente - Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare.
La minicampagna che sollecita con immagini e parole a rispettare il mare, a non gettare rifiuti, a non inquinare e a non fare rumori che potrebbero disturbare la fauna marina, ha conquistato il primo gradino del podio uscendo vincitrice tra una rosa di 18 campagne finaliste. Ad assegnare il premio - che prevede un soggiorno didattico di tre giorni nel Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Ente gestore delle due AMP Santa Maria di Castellabate e Costa degli Infreschi e della Masseta, e la realizzazione campagna di comunicazione junior da parte del Sistema della Aree Marine Protette Italiane proprio con immagini e slogan ideati dalla scuola vincitrice del concorso – a Susanna Barbaglia, maestra della classe 3/a B della Scuola Primaria “Vittorio Ramella” di Vigevano, in una cerimonia questa mattina al ministero dell’Ambiente sono stati: Fabio Renzi – Segretario Generale Fondazione Symbola, Amilcare Troiano – Presidente Parco Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Roberta Massaccesi – Marketing executive Rainbow e Maria Carmela Giarratano – Ministero dell’Ambiente. La premiazione è stata anche l’occasione per allestire una mostra con i lavori della prime cinque scuole classificate.
La selezione dei lavori e la scelta del vincitore tra i diciotto finalisti, provenienti dalle scuole elementari di Alghero, Ancona, Brindisi, Mercatello Salerno, Milano, Salerno, Senorbi (Ca), Siracusa, Taggia (Im), Toirano, Torino e Villa di Serio (Bg), è stata invece a cura della giuria composta da: Maria Carmela Giarratano – DG per la protezione della natura e del mare del Ministero Ambiente, Domenico Sturabotti – Direttore Fondazione Symbola, Amilcare Troiano – Presidente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, Iginio Straffi – CEO Rainbow, Giampiero Sammuri – Presidente Federparchi, Alessandro Paciello -Presidente Aida Partners Ogilvy Pr e Monique Hemsi – Responsabile progetti educational giornalino OKAY.

Partito lo scorso aprile, il progetto “Le magie del mare: alla scoperta delle Aree Marine Protette con Winx Club” ha sperimentato una nuova e creativa modalità di promozione dello straordinario patrimonio ambientale del Paese: le italianissime fatine Winx, da sempre paladine di valori come la passione, l’amicizia, il coraggio, della natura e dell’ambiente, sono state le protagoniste dell’iniziativa per la tutela di una parte importante del nostro patrimonio paesaggistico. Oltre al concorso per le scuole, “Le magie del mare: alla scoperta delle aree marine protette con Winx Club” è infatti un video in cui le Winx si sono fatte ambasciatrici delle Aree Marine Protette promosso e portato in giro per l’Italia con un road show che da maggio a giugno scorsi ha toccato sei Aree Marine Protette. Coinvolte nel road show le due AMP del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, del Plemmirio, di Miramare, Portofino, Torre Guaceto e Capo Carbonara. Nell’insieme il progetto è rivolto a ragazzi, insegnanti, adulti e comunità locali e a circa 10 mila scuole italiane.
L’Italia può contare su un sistema di 27 Aree Marine Protette (AMP), oltre a 2 Parchi Archeologici Sommersi, che tutelano complessivamente circa 228 mila ettari di mare e circa 700 chilometri di costa. E in comune con la Francia abbiamo anche il Santuario dei Cetacei. Nell’insieme si tratta di un patrimonio di acque, fondali, coste, flora e fauna di grande importanza scientifica, ecologica, culturale ed educativa. Ma anche di grande rilevanza economica. Le AMP, infatti, non solo attraggono turismo di qualità, ma sono anche un formidabile motore di sviluppo sostenibile per il territorio e le comunità locali coinvolte. Basti pensare che il turismo natura, nonostante la crisi, nel 2012 ha sfiorato gli 11 miliardi di euro di fatturato.
“Questo progetto non a caso s’intitola “Le Magie del Mare“ – dichiara Amilcare Troiano, Presidente del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni -. Il mare è davvero un elemento magico, fonte di vita per una moltitudine di creature, fonte d’ispirazione per poeti, scrittori e pittori di tutti i tempi, fonte di sostentamento per le popolazioni dei paesi costieri e non. Eppure, anche se così prezioso, oggi, purtroppo, è costantemente minacciato dalle fonti d’inquinamento. Proprio per questo ritengo che alle azioni di salvaguardia, di tutela e di promozione intraprese dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, dalle altre Istituzioni, dalle Associazioni ambientaliste, dalle Capitanerie di Porto occorre affiancare azioni di educazione e sensibilizzazione. Sono certo che “Le Magie del Mare”, interpretato dai personaggi Winx Club, riuscirà ad avvicinare al sistema delle Aree Marine Protette italiane l’attenzione e la sensibilità di migliaia di studenti e non solo che, nel loro futuro, avranno il difficile compito di custodire, meglio di quanto stiamo facendo noi, questo meraviglioso intreccio di storia, natura e cultura che il Creato ci ha regalato e per il quale il nostro Paese è conosciuto in tutto il mondo”.
“I parchi e le Aree Marine Protette - commenta il Segretario Generale della Fondazione Symbola Fabio Renzi - sono un’opportunità straordinaria per tutelare il nostro inestimabile patrimonio ambientale e paesaggistico, ed anche per valorizzare quell’intreccio inimitabile di natura, storia, cultura, territori e creatività che rende unica l’Italia nel mondo. La campagna “Le magie del mare” non solo ha valorizzato in modo nuovo questa straordinaria opportunità, ma ha messo insieme alcune delle nostre eccellenze al servizio dei più giovani, che saranno il futuro dell’Italia”.
“Le Winx rappresentano per Rainbow la property di punta – Iginio Straffi, CEO Rainbow – relazioni esterne Rainbow - che ci ha permesso di varcare i confini nazionali e internazionali, facendo entusiasmare bambini di tutto il mondo. Fin dalla loro creazione, ho fortemente voluto che le nostre fatine fossero in grado, oltre che di divertire i più piccoli, di proporsi come portavoce di messaggi positivi per le nuove generazioni. Per questo ho appoggiato ed accolto con entusiasmo questo progetto creato insieme a Symbola, condividendone appieno le finalità altamente educative”.
“Il progetto ‘Le Magie del Mare’ – conclude Maria Carmela Giarratano, Ministero dell’Ambiente Direzione generale protezione della natura e del mare - ha rappresentato un eccezionale occasione di divulgazione presso le scuole dei valori tutelati dal sistema nazionale delle aree marine protette italiane, attraverso le Winx che sono un traino efficace per i più piccoli. L’idea di base è che la valorizzazione delle aree protette possa passare attraverso messaggi semplici, soprattutto visivi, in grado di trasferire in modo incancellabile quanto importante sia rispettare il mare e la natura e quanto questo costituisca un capitale su cui continuare ad investire con la consapevolezza che preservare la natura equivale a garantire condizioni di vita migliore e di benessere per le generazioni presenti e future”.

Ufficio stampa Symbola
Laura Genga – 380/7067441 - [email protected]
Ufficio stampa Rainbow - Weber Shandwick
Laura Vecchi, Valeria Nowak, Sara Pirolo - T 02 57378424/553/261
[email protected][email protected] - [email protected]
Rainbow
Robera Massaccesi [email protected]
Martino Martellini [email protected]
Ufficio comunicazione Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni
Assunta Niglio [email protected]
Giovanni Ciao [email protected]
 

Instagram
condividi su

scelti per te

Fondazione Symbola, Deloitte Private, POLI.design, ADI in collaborazione con Comieco, AlmaLaurea, CUID, con il patrocinio del ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e del ministero delle Imprese e del Made in Italy hanno presentato oggi i risultati del report “Design Economy 2024”, con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza del valore del design per la competitività del sistema produttivo nazionale. Hanno presentato il rapporto presso l’ADI Design Museum di Milano, Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola; Ernesto Lanzillo, Deloitte Private Leader Italia; Luciano Galimberti, presidente ADI; Cabirio Cautela, CEO POLI.design; Domenico Sturabotti, direttore della Fondazione Symbola; Antonio Grillo, design director Tangity Design Studio - NTT Data; Maria Porro, presidente Salone del Mobile; Marco Maria Pedrazzo, designer manager; Susanna Sancassani, managing director METID - Politecnico di Milano; Francesco Zurlo, preside della Scuola del design Politecnico di Milano; Lorenzo Bono, responsabile Ricerca e sviluppo Comieco; Adolfo Urso, ministro delle Imprese e Made in Italy.

Il rapporto “Il valore dell'abitare. La sfida della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio italiano” promosso da CRESME, Fondazione Symbola, Assimpredil Ance e European Climate Foundation è stato presentato oggi da Ermete Realacci, presidente della Fondazione Symbola; Regina De Albertis, presidente Assimpredil Ance; Lorenzo Bellicini, direttore CRESME; Virginio Trivella, consigliere Delegato Efficienza energetica Assimpredil Ance; Piero Petrucco, vice presidente FIEC e vicepresidente Centro Studi ANCE; Fabio Stevanato, direttore Programma Italia European Climate Foundation; Marco Osnato, presidente Commissione Finanze; Patrizia Toia, vicepresidente ITRE commissione per l’industria, la ricerca e l’energia; Roberta Toffanin, consulente del Ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica.

Le Giornate FAI di Primavera sono un esempio bello ed efficace di quanto può fare la società civile organizzata per il nostro Paese. Il patrimonio storico-culturale italiano, la natura, la bellezza sono tratti importanti della nostra identità e sono fondamentali anche per la coesione delle comunità e per la forza e attrattività di larga parte della nostra economia.

L’Italia può dare un contributo importante contro la crisi climatica in tanti settori in cui è già protagonista, a partire dall’economia circolare. Siamo il Paese europeo con la più alta percentuale di riciclo sulla totalità dei rifiuti pari al 83,4% con una incidenza quasi il doppio rispetto alla media UE e ben superiore a tutti gli altri grandi paesi europei: risparmiamo così 23 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio all’anno e circa 63 milioni di tonnellate di CO₂ equivalenti.

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti