Newsletter

L'appello al governo della società civile. Stefano Zamagni tra i firmatari

Un appello della società civile (indirizzato al premier Giuseppe Conte, al presidente della Task Force per la Fase Due Vittorio Colao e per conoscenza al presidente And Antonio De Caro) «per la ricostruzione di un welfare a misura di tutte le persone e dei territori». Proposto tra gli altri da Angelo Righetti, GiulioSantagata e Angelo Moretti, è stato sottoscritto da tantissime personalità come Stefano Zamagni, presidente della Pontificia Accademia delle Scienze Sociali; Luigino Bruni della Scuola di Economia Civile; Carlo Borgomeo, presidente di Fondazione con il Sud; don Virginio Colmegna; Ermete Realacci, presidente Fondazione Symbola e altri ancora. «Viviamo uno sconvolgimento degli stili di vita democratici senza precedenti - si legge nell'appello - uno shock che chiede visione per affrontare non solo l'uscita, ma anche e soprattutto la ricostruzione dei legami sociali e il rilancio di una migliore economia a misura d'uomo, un'economia civile, che abbia a cuore la centralità della persona, dei territori e un'attenzione costante all'ambiente e alla crisi climatica». Il documento fa riferimento al Servizio sanitario nazionale, aia cui lenta e colpevole implosione è stata smascherata dall'attuale emergenza in cui il rapporto tra salute e territorio è tornato a essere centrato sul paradigma centralizzato dell'ospedale, trascurandole cure domiciliari e i presidi territoriali di presa in carico». I firmatari chiedono come società civile «di essere coinvolti nel presidio e nella rinascita dei tessuti sociali stravolti».

CONTINUA A LEGGERE
«Ricostruire un welfare delle persone e dei territori» | Buone Notizie - Corriere della Sera

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti