Newsletter

«100 italian robotics And automation stories», il rapporto di Enel e fondazione Symbola sull'innovazione made in Italy, racconta 100 società che producono robot. Eccone dieci

Quando si tratta di emergenze, risparmiare minuti preziosi è fondamentale per salvare delle vite. E un drone può essere di aiuto. Se trasportassimo il sangue con un drone? Andrea Cannas e Giuseppe Tortora sono partiti da questa domanda per sviluppare un'idea geniale e molto utile. Come spin-off della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, hanno fondato una start up incubata presso il Polo Tecnologico Navacchio (Pi) mettendo a punto un drone in grado di trasportare autonomamente sangue, emoderivati, medicinali e attrezzature da una struttura sanitaria a un'altra, senza limiti di orario e di condizioni meteorologiche, funzionando anche in caso di vento o pioggia. Copre distanze fino a 40 km e consente una riduzione dei tempi fino all'80% su distanze brevi, oltre il 50% per tragitti più lunghi. Non c'è bisogno che qualcuno lo piloti perché si controlla da un'app: decollo, volo e atterraggio sono automatizzati.

Instagram
condividi su
CONTINUA A LEGGERE
Dai robot domestici a quelli "spaziali", le società italiane ci portano nel futuro | Corriere.it

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti