Newsletter

La Fondazione Borsalino partner di Artissima18 con Hats Protect ideas

Torino: In occasione di Artissima 18, che si terrà dal Internazionale d’Arte Contemporanea, che si svolgerà dal 4 al 6 novembre, per la prima volta la Fondazione Borsalino creerà un progetto site specific per il Meeting Point della fiera (il luogo delle presentazioni e degli incontri denominato Meeting Point Borsalino), modificando lo spazio e intervenendo graficamente per raccontare per immagini la Fondazione e la sua filosofia partendo dai disegni e dal motto dell’artista albanese Anila Rubiku con cui la Fondazione ha iniziato la collaborazione durante la Biennale di Venezia 2011: HATS PROTECT IDEAS. il cappello come simbolo del pensiero in grado di accogliere e proteggere le riflessioni sull’arte e i suoi sconfinamenti. Il progetto allestitivo sarà realizzato dallo Studio Masoero Tondo Architetti, il progetto grafico da Mari Conidi.
Con HATS PROTECT IDEAS, titolo dell’installazione dell’artista Anila Rubiku (Durazzo, 1970), prende il via il progetto della Fondazione Borsalino a sostegno dell’arte contemporanea, curato da Elisa Fulco. Ogni anno la Fondazione inviterà un artista a confrontarsi coni materiali dell’archivio storico e con l’ufficio stile Borsalino per dare vita a una collezione di cappelli in edizione limitata e per interpretare in chiave contemporanea la cultura d’impresa. Partendo dall’esperienza in azienda l’artista scelto verrà sostenuto nella produzione di un’opera o aiutato nella realizzazione di una mostra personale in spazi museali.

“Crediamo molto nella capacità dell’arte di raccontare storie che hanno un valore universale, partendo da esperienze autobiografiche - afferma Roberto Gallo, Presidente della Fondazione Borsalino e Amministratore Unico della Borsalino SpA. “Abbiamo accolto la collaborazione con Anila Rubiku con l’idea di dar vita a un percorso articolato, di scambi e di crescita reciproca, e con l’entusiasmo di un impegno dai molteplici risvolti: culturale, artistico, creativo e anche sociale. Sostenendo questa giovane artista emergente, con il suo intelligente e poetico lavoro fortemente legato all’attualità, ci piace contribuire a permettere di dare voce a chi spesso non ha diritto di parola.”
Ad Artissima verrà proposta una rielaborazione grafica del lavoro di Venezia con cui l’artista Anila Rubiku ha rappresentato il padiglione albanese, composto da oltre sessanta cappelli ricamati a mano in cui si snoda il racconto autobiografico che con disegni e parole ricostruisce poeticamente la corsa a ostacoli di tutti coloro che abbandonando il proprio paese sono alla ricerca di una nuova e combattuta cittadinanza. Anila Rubiku realizzerà per il Pitti Uomo di gennaio 2012 la sua prima collezione di cappelli ispirata da un’immagine dell’archivio dedicata al tema delle proporzioni e del cappello perfetto che si esprime attraverso la forza evocativa dei numeri.
Il suo motto HATS PROTECT IDEAS resterà come patrimonio culturale della Fondazione Borsalino.

Inoltre il 5 novembre a partire dalle ore 16.00, sempre nel Meeting Point Borsalino, la Fondazione Borsalino presenterà l’incontro “Esercizi di contemporaneità: la cultura d’impresa tra storia arte e formazione”.
Un’occasione per riflettere con altre Fondazioni, musei e archivi d’impresa sulla possibilità di creare una cultura d’impresa contemporanea, attraverso diverse e confinanti vie: partendo dalla storia per generare nuovi contenuti, proseguendo la tradizione di collaborazioni prestigiose con artisti, pubblicitari e designer, o piuttosto inserendo l’arte all’interno delle dinamiche aziendali. A partire da alcuni interrogativi proposti si inviteranno i relatori a presentare le proprie case history per proporre delle possibili risposte alle domande sollevate: sino a che punto la storia aziendale deve contaminarsi con altre discipline? Come tradurre i materiali di archivio del passato e del presente in documenti e prodotti vivi e parlanti? Quali i modelli museologici a cui rifarsi per raccontare l’impresa? Può l’arte insegnare all’impresa? O viceversa?
Scaletta
Elisa Fulco; curatrice Fondazione Borsalino
Anila Rubiku: artista
Francesca Appiani, curatrice Museo Archivio Alessi e vice presidente Museimpresa
Debora Caré, direttore Fondazione Ermano Casoli e Brand Marketing manager del gruppo Elica
Modera: Elisa Fulco, Fondazione Borsalino

per informazioni:
Ivana Caretto
Fondazione Borsalino
0141/326463
[email protected]

 

scelti per te

ricerche correlate

ISCRIZIONE

Devi accedere per poter salvare i contenuti